Trattato dell'Eliseo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Firma del trattato

Il trattato dell'Eliseo fu firmato tra Francia e Germania il 22 gennaio 1963, al termine di una conferenza tenutasi a Parigi.

Il trattato pose termine al secolare conflitto fra le due nazioni e stabilì tra esse un accordo di collaborazione in settori essenziali, dalla sicurezza allo sviluppo economico e culturale. Dietro si celava anche il tentativo di slegare la Germania di Adenauer dalla subordinazione nei confronti della politica americana. Vi parteciparono il generale De Gaulle, allora presidente della Repubblica Francese e Konrad Adenauer, allora cancelliere della Repubblica Federale Tedesca.

Il trattato costituì un passo fondamentale nel rafforzamento della Comunità Europea.

All'inizio del 2013, nel cinquantesimo anniversario della firma del trattato, la zecca francese e quella tedesca hanno dedicato all'evento una moneta commemorativa da 2 euro, raffigurante i volti di Charles De Gaulle e di Konrad Adenauer con le rispettive firme.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ansbert Baumann, Begegnung der Völker? Der Élysée-Vertrag und die Bundesrepublik Deutschland. Deutsch-französische Kulturpolitik von 1963 bis 1969, Francoforte, Peter Lang, 2003.
  • Ansbert Baumann, Die organisierte Zusammenarbeit. Die deutsch-französischen Beziehungen am Vorabend des Élysée-Vertrags (1958–1962), Ludwigsburg, dfi, 2002.
  • Corine Defrance, Ulrich Pfeil, Der Élysée-Vertrag und die deutsch-französischen Beziehungen 1945–1963–2003, Monaco, Oldenbourg, 2005.
  • Ulrich Lappenküper, Die deutsch-französischen Beziehungen 1949–1963. Von der „Erbfeindschaft“ zur „Entente élémentaire“, Monaco, Oldenbourg, 2001.