Tony Clifton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Clifton
Una vignetta su Tony Clifton
Una vignetta su Tony Clifton
Lingua orig. Inglese
Interpretato da Andy Kaufman e Bob Zmuda
Sesso Maschio
Luogo di nascita bassifondi di Las Vegas

Tony Clifton è un personaggio immaginario interpretato dal comico Andy Kaufman e da Bob Zmuda, suo partner nei loro spettacoli. A volte Tony Clifton veniva interpretato anche da Michael Kaufman, fratello di Andy.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Interpretazione di Andy Kaufman[modifica | modifica wikitesto]

Tony Clifton venne interpretato dal comico Andy Kaufman, che vestendo i suoi panni intendeva rappresentare l'anti-comicità. Le caratteristiche principali di Clifton, secondo la leggenda nato e cresciuto nei bassifondi di Las Vegas e che ha cominciato a calcare i palcoscenici solamente da adulto, sono la tipica giacca rosa, che copre la camicia blu stile messicano, e soprattutto i suoi carrera scuri, le sue basette e i suoi baffi, che rendevano Kaufman irriconoscibile.

A volte però Kaufman si divertiva a confondere il pubblico, apparendo sullo stesso palco insieme a Clifton, interpretato in queste occasioni dal compagno di lavoro di Kaufman Bob Zmuda, arrivando a prendersi a parolacce e addirittura a schiaffi, lasciando il pubblico sgomento. Lo scopo di Clifton era quello di aprire gli show di Andy Kaufman con un suo mini-spettacolo, come fece nello show Andy plays at Carnegie Hall.

Apparizioni dopo la morte di Kaufman[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985, un anno dopo la morte di Kaufman, Clifton tenne un concerto al Comedy Store, cantando in memoria di Kaufman e per i malati di cancro. Clifton tornò ad essere celebre nel 1999, quando fu girato Man on the Moon, il film sulla vita di Kaufman, che venne interpretato da Jim Carrey. Nell'estate 2008 Clifton creò la sua Katrina Kiss my Ass Band, con cui andò in tournée negli Stati Uniti in quella stessa estate.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Tony Clifton ha proposto delle cover di alcune celebri canzoni, tra le quali I Will Survive di Gloria Gaynor e Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione