Tonio Cartonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tonio Cartonio
Tonio Cartonio
Tonio Cartonio
Universo Melevisione
Autore Mussi Bollini
1ª app. in 18 gennaio 1999
Episodio 1 "Con la carta si può!"
Ultima app. in 5 febbraio 2004
Episodio "L'impresa di Tonio"
Interpretato da Danilo Bertazzi
Sesso maschile
Professione folletto bibitiere
fondatore ed ex proprietario del Chiosco del Fantabosco
Parenti
  • Genitori: Mamma Tina, papà Cartonio
  • Fratelli: nessuno
  • Storie d'amore: Gnoma Linfa
    (presunta attuale fidanzata)

Tonio Cartonio è stato un personaggio immaginario della Melevisione, un programma televisivo per bambini in onda dal 1999 su Rai 3. Fu interpretato da Danilo Bertazzi dal 1999 al 2004, quando l'attore abbandonò la trasmissione e il suo personaggio fu sostituito - in un ruolo analogo - dal folletto Milo Cotogno, interpretato da Lorenzo Branchetti. L'ultima puntata recitata da Bertazzi intitolata "L'impresa di Tonio" segnò un ascolto record pari al 22% di share

Biografia[modifica | modifica sorgente]

"Folletto bibitiere" (uno dei suoi appellativi) del Fantabosco (il bosco immaginario e fiabesco in cui è ambientata la trasmissione televisiva), Tonio era titolare del "Chiosco delle Bibite Squisite" - punto di raccolta principale dei personaggi e delle vicende della Melevisione - dove venivano servite bevande come il "Tiramisuper", la "Scivolizia" o il "Blumele". Nella trasmissione, era chiamato anche "folletto dalle mani d'oro" perché tutti gli abitanti del Fantabosco si rivolgevano a lui per risolvere i loro problemi. Innamorato della Gnoma Linfa (interpretata da Olivia Manescalchi), Tonio prese parte a quasi tutte le puntate della Melevisione dal 1999 al 2004; nelle puntate dove non era presente, veniva detto che era venuto in missione a "Cittàlaggiù" (termine che nel linguaggio della trasmissione identifica appunto il mondo reale). Una motivazione similare fu adottata dagli autori del programma per giustificare l'abbandono definitivo della trasmissione da parte di Bertazzi: Re Quercia (il sovrano del Fantabosco, impersonato da Diego Casale) ha inviato Tonio Cartonio a Cittàlaggiù per far «ritornare la fiaba» tra tutti i bambini.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione