Tito Maniacco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tito Maniacco nel 2008, durante la presentazione di un suo libro.

Tito Maniacco (Udine, 6 gennaio 1932Udine, 21 gennaio 2010) è stato un poeta, storico e scrittore italiano di narrativa e saggistica. È stato anche critico, curatore di mostre d'arte ed artista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Insegnante, storico e critico d'arte, fu amico di Pierpaolo Pasolini.[1] La sua attività artistica e culturale si è svolta nel Friuli, regione a cui era profondamente legato e che descrisse nelle sue opere, a partire dagli anni cinquanta con il gruppo neorealista della rivista Momenti, su cui pubblicò le prime poesie.

Attivo anche sul fronte politico, fu consigliere comunale per il PCI a Udine dal 1970 al 1985.

È stato insignito del Premio Epifania 2002. Ricevette dal Comune di Udine il sigillo della città nell’ottobre 2008.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

(elenco parziale)

  • Stagioni in Friuli, poesie, ed. del Provinciale, Udine 1958
  • Le vette del tempo, poesie, grafiche Fulvio, Udine 1971 (premio Cittadella 1972)
  • L'albero dentro la casa, racconti, ed. Incontri, Udine 1974
  • I senza storia. Storia del Friuli, Casamassima, 3 voll., Udine 1977-1979
  • Storia del Friuli, Newton Compton, Roma 1985
  • Da una lontananza irrevocabile, poemetto, Campanotto, Udine 1991
  • L'uomo dei canali, romanzo, Studio Tesi, Pordenone 1993
  • L'ideologia friulana. Critica dell'immaginario collettivo, KappaVu, Udine 1995, ISBN 9788889808658 - 2ª ed. 2010 ISBN 9788889808924
  • Gentiluomo nello studio, poemetto, Il Menocchio, Montereale Valcellina 1996
  • La patata non è un fiore, Vivere e morire da contadini, Biblioteca dell'Immagine, Pordenone 1997
  • Mediterraneo, poemetto, Il Menocchio, Montereale Valcellina 1998
  • Genesi, racconti, Biblioteca dell'Immagine, Pordenone 1999
  • La veglia di Ceschia, romanzo, Biblioteca dell'Immagine, Pordenone 2001
  • Patriarca nella nebbia, poemetto, Il Menocchio, Montereale Valcellina 2004
  • Le favole del corvo, KappaVu, Udine 2005
  • Mestri di mont, 2007 (autobiografico)
  • Figlio del secolo, Kappa Vu, 2008 (autobiografico)
  • Oltris, Circolo Culturale Menocchio, Montereale Valcellina, 2009.
  • Una piccola osteria rossa, Quaderni del Menocchio, 2011 (postumo), ISBN 9788875621001

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tito Maniacco, Pasolini poeta friulano

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giancarlo Pauletto, Maria Francesca Vassallo. Tito Maniacco. Carte per la terra promessa, Centro Iniziative Culturali, Collana: Edizioni d'arte, 2009, pp. 56. ISBN 9788884260376

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]