Tethysaurus nopcsai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tethysaurus
Stato di conservazione: Fossile
Tethysaurus.jpg
Fossile di Tethysaurus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Squamata
Sottordine Lacertilia
Superfamiglia Mosasauroidea
Genere Tethysaurus
Specie T. nopcsai

Il tetisauro (Tethysaurus nopcsai) è un rettile marino estinto appartenente agli squamati, vissuto nel Cretaceo superiore (Turoniano inferiore, circa 90 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Marocco.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto per parte del cranio e dello scheletro rinvenuti nella regione di Goulmima nel Marocco meridionale, questo rettile è stato classificato nel gruppo dei mosasauroidi (Mosasauroidea). Come tutti gli appartenenti a questo gruppo, Tethysaurus possedeva un corpo allungato e snello, con una coda appiattita lateralmente e zampe corte e piatte, simili a natatoie. A Tethysaurus sono stati riferiti altri tre esemplari, uno dei quali consta di uno scheletro quasi completo con tanto di cranio. Tethysaurus doveva raggiungere i tre metri di lunghezza.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Tethysaurus è stato descritto per la prima volta nel 2003. Il cranio, caratterizzato da due regioni posteriori appuntite, richiama quello dei mosasauridi veri e propri, ma altre caratteristiche indicano che questo animale era strettamente imparentato con gli aigialosauridi. Dal momento che quest'ultima famiglia risale al Cenomaniano (circa 100 milioni di anni fa) e i primi mosasauridi sono del Turoniano medio – superiore, Tethysaurus (Turoniano inferiore), nello studio della prima descrizione Tethysaurus è risultato essere stato un anello di congiunzione fra i due gruppi. Uno studio successivo (Polcyn e Bell, 2005) ha invece messo in luce strette affinità con alcuni rappresentanti primitivi dei mosasauridi (Russellosaurus e Yaguarasaurus), vissuti anch'essi nel Turoniano.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Tethysaurus è un riferimento alla dea greca del mare, Teti, e al tempo stesso all'oceno Tetide, un antico mare tra l'Europa meridionale e il Nordafrica. L'epiteto specifico onora il barone Franz Nopcsa, un paleontologo ungherese che compì i primi studi sugli squamati acquatici del Cretaceo del Mar Adriatico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nathalie Bardet, Xabier Pereda Suberbiola, and Nour-Eddine Jalil. A new mosasauroid (Squamata) from the Late Cretaceous (Turonian) of Morocco. Comptes Rendus Palevol, Volume 2, Issue 8, December 2003, Pages 607-616.
  • Polcyn, M. J. and Bell, G. L., Jr. 2005. Russellosaurus coheni n. gen., n. sp., a 92 million-year-old mosasaur from Texas (USA), and the definition of the parafamily Russellosaurina. Netherlands Journal of Geosciences 84(3):321-333.