SuperJet International

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SuperJet International S.p.A.
Logo
Uno dei prototipi del Sukhoi Superjet 100
Uno dei prototipi del Sukhoi Superjet 100
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1º ottobre 2007[1] a Venezia
Fondata da Italia Alenia Aeronautica
Russia Sukhoi Holding
Sede principale Marcon (VE)
Gruppo Alenia Aermacchi
Sukhoi Holding
Persone chiave Carmelo Cosentino (Presidente)[2]
Nazario Cauceglia (CEO)[2]
Settore Aeronautica
Prodotti Aerei
Sito web www.superjetinternational.com/

La SuperJet International (in sigla SJI) è una joint venture tra l'azienda Italiana Alenia Aermacchi, del gruppo Finmeccanica, che detiene il 51% del capitale, e l'industria aeronautica russa Sukhoi Holding, che invece possiede la quota del 49% del capitale.[3][4]

SuperJet International ha il compito di svolgere un'attività rivolta al miglioramento della commercializzazione nel mondo del Sukhoi Superjet 100 (SSJ100), un aereo di linea regionale appartenente alla famiglia dei jet da 75/100 posti, sviluppato da Sukhoi Civil Aircraft Company (SCAC), in collaborazione con Alenia Aermacchi. SJI è responsabile della progettazione delle versioni Sukhoi Business jet, cargo e dell'addestramento dei piloti.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

SuperJet International è stata fondata nel luglio del 2007 a Venezia.

Dal 2011 è operativa la sede di Mosca (Russia) e l'ufficio commerciale di Washington D.C. (USA).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vetrina di Infoimprese, 07-01-2011.
  2. ^ a b (EN) Management su superjetinternational.com, 26 aprile 2014.
  3. ^ (EN) Info sul sito ufficiale
  4. ^ a b Scheda di SuperJet International SpA sul sito dell'AIAD, 06-01-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale di SuperJet International