Sputnik 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sputnik 2
Immagine del veicolo
Sputnik2 vsm.jpg
Dati della missione
Proprietario RKA
Destinazione orbita MEO
Satellite di Terra
Esito successo
Vettore Semyorka
Lancio Baikonur, 3 novembre 1957 alle 02:30 UTC
Durata 162 giorni
Orbita ellittica (compresa tra i 1660 e i 350 km dal suolo)
Periodo orbitale 104 minuti circa
Massa 508,3 kg
Programma Sputnik
Missione precedente Missione successiva
Sputnik 1 Sputnik 3

Lo Sputnik 2 fu il secondo satellite artificiale entrato in orbita della storia. Venne lanciato il 3 novembre 1957, a un mese di distanza dal primo satellite della storia, lo Sputnik 1.

Dopo vari test coi cani nell'ambito del programma spaziale sovietico, lo Sputnik 2 fu la prima sonda con a bordo un essere vivente, la cagnolina Kudrjavka (erroneamente denominata "Laika", che era il nome convenzionale russo della razza) a raggiungere lo Spazio. Come avvenne per lo Sputnik 1, il razzo che lo mise in orbita fu il Semyorka (R-7). La massa era però ben superiore al primo satellite, ben 508,3 kg, compresi i 6 kg di Kudrjavka. La batteria del satellite si esaurì dopo appena 6 giorni. Rientrò nell'atmosfera terrestre il 14 aprile 1958, dopo un viaggio di 162 giorni. Il satellite rientrò nell'atmosfera come previsto vicino Mosca dopo aver raggiunto un'altitudine massima di 350 km, e la cagnolina Kudrjavka morì dopo appena cinque ore dal lancio per un problema del circuito di aerazione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica