Simon Vestdijk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simon Vestdijk

Simon Vestdijk (Harlingen, 17 ottobre 1898Utrecht, 23 marzo 1970) è stato uno scrittore olandese.

Laureatosi in medicina ad Amsterdam nel 1927, compì un viaggio in India in qualità di medico di bordo. In seguito si è dedicato esclusivamente alla letteratura; autore tra i più versatili e produttivi, ha tuttavia dato il meglio di sé nella narrativa.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Kind tussen vier vrouwen (Un bambino fra quattro donne, scritto nel 1933, pubblicato nel 1972)
  • Terug tot Ina Damman (Ritorno a Ina Dommen, 1934)
  • Else Böhler (Else Böhler, cameriera tedesca, 1935)
  • Meneer Visser's hellevaart (La perdizione di Mister Visser, 1936)
  • Il quinto sigillo, 1937
  • San Sebastiano, 1938
  • De nadagen van Pilatus (Gli ultimi giorni di Pilato, 1938)
  • L'isola del rum, 1940
  • Aktaion onder de sterren (Atteone fra gli dei, 1941)
  • Ierse nachten (Notti irlandesi, 1946)
  • De Toekomst der Religie (Il futuro della religione, 1947)
  • Pastorale 1943 1948
  • De redding van Fré Bolderhey (La salvezza di frate Bolderhey, 1948)
  • De kellner en de levenden (Il cameriere e i vivi, 1949)
  • De koperen tuin (Il giardino di rame, 1950)
  • Ivoren wachters (Guardiani d'avorio, 1951)
  • Het glinsterend pantser (La brillante armatura, 1956)
  • Il calice dell'amore 1957
  • De ziener (Il veggente, 1959)
  • Een moderne Antonius (Anton Wachter, 1960)
  • Het wezen van de angst (L'essenza della paura, 1968)

Controllo di autorità VIAF: 20576 LCCN: n79005654

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie