Sheela na Gig

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La famosa Sheela na Gig situata nella chiesa di SS Mary & David's, Kilpeck, Herefordshire

La Sheela na Gig (o Sheela-na-Gig) è una serie di sculture medievali rappresentanti donne nude che mostrano una vulva ingigantita.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Si trovano in chiese, castelli e altre costruzioni, specialmente in Irlanda e Gran Bretagna, a volte insieme a statuette di figure maschili. Uno degli esempi migliori si trova nella Torre Rotonda irlandese di Rattoo, nella County Kerry. Una replica è ospitata al Museo di Tralee, mentre un'altra si trova a Kilpeck nello Herefordshire, Inghilterra.

L'Irlanda possiede il numero più grande di sculture classificate come "Sheela na Gig": nel libro intitolato The Sheela-na-Gigs of Ireland and Britain: The Divine Hag of the Christian Celts – An Illustrated Guide gli autori Joanne McMahon e Jack Roberts citano 101 esempi in Irlanda contro i 45 che esistono in Gran Bretagna.

Si dice che queste sculture fossero state create per preservare dalla morte e dal male. Altre figure come le gargolle e le grottesche vengono frequentemente rinvenute in tutta Europa, specie in chiese come protezione contro diavoli e spiriti malefici. Lì e altrove, vengono poste sopra porte e finestre, presumibilmente per proteggere tali aperture.

Distribuzione delle statuette[modifica | modifica sorgente]

Finora le seguenti nazioni possiedono (o possedevano) chiese che esibivano la figura femminile Sheela na Gig:

Sheela na Gig sul muro a Fethard, contea di Tipperary, Irlanda.

Un notevole numero di statuette sono state rinvenute in contesto romanico (Immagini di desiderio sessuale) specialmente in Francia, Spagna, Gran Bretagna e Norvegia. In Irlanda tali rappresentazioni sono situate in aree sotto l'influenza normanna.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Dr Jørgen Andersen, The Witch on the Wall: Medieval Erotic Sculpture in the British Isles 1977
  • Anthony Weir & James Jerman, Images of Lust: Sexual Carvings on Medieval Churches 1986, Routledge; nuova ed. (5 maggio 1993)
  • Eamonn P. Kelly, Sheela-na-Gigs: Origins and Functions Town House 1996
  • Dr Barbara Freitag, Sheela-na-gigs: Unravelling an Enigma 2004
  • Dr Maureen Concannon, The Sacred Whore: Sheela Goddess of the Celts The Collins Press 2004
  • Joanne McMahon & Jack Roberts, The Sheela-na-Gigs of Ireland and Britain: The Divine Hag of the Christian Celts – An Illustrated Guide Mercier Press Ltd., luglio 2000
  • James O'Connor, Sheela na gig, 1991 Fethard Historical Society

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Arte