Scatologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Col termine scatologia (dal greco attico σκῶρ, gen. σκατός, "escremento", e λόγος, "materia, ragionamento") si intende la trattazione che ha per tema le deiezioni.[1]

Forme patologiche possono portare all'eccitazione erotica in presenza di atti defecativi o di escrementi (scatofilia), al maneggiamento di deiezioni (coprofilia) e all'ingestione di feci (coprofagia o scatofagia).

Il DSM contempla fra le Parafilie NAS (Non Altrimenti Specificate - rif. 302.9) anche la Scatologia telefonica indicandola come un eloquio osceno, imposto all'ascoltatore durante le telefonate, al fine di trarne eccitazione sessuale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Scatologia" nel Vocabolario Treccani.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]