Ruggine (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ruggine
Ruggine2011.png
Una scena del film
Titolo originale Ruggine
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2011
Durata 109 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere drammatico
Regia Daniele Gaglianone
Soggetto Stefano Massaron
Sceneggiatura Giaime Alonge, Daniele Gaglianone, Alessandro Scippa
Produttore Gianluca Arcopinto, Domenico Procacci
Casa di produzione Fandango, Zaroff Film, in collaborazione con Rai Cinema
Fotografia Gherardo Gossi
Montaggio Enrico Giovannone
Musiche Evandro Fornasier, Walter Magri, Massimo Miride
Scenografia Marta Maffucci
Costumi Lina Fucà, Francesca Tessari
Trucco Nina Labus
Interpreti e personaggi

Ruggine è un film del 2011 diretto da Daniele Gaglianone, tratto dall'omonimo romanzo di Stefano Massaron.

Partecipa alle Giornate degli autori della 68ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Verso la fine degli anni settanta, in un cortile della periferia torinese, un gruppo di figli di immigrati meridionali trascorre le giornate giocando nel labirintico capannone di una ditta di recupero materiali ferrosi. Sono bambini svegli e, nonostante l’età, sanno guardarsi bene dai pericoli che li circondano. Quando il Dottor Boldrini, un distinto signore, si trasferisce in zona, capiscono di non potersi fidare: ben presto una di loro viene rapita ed uccisa; ingiustamente tutti incolpano lo scemo del villaggio, il quale viene malmenato dagli stessi bambini. Al primo infanticidio ne susseguono altri ed i giovanotti capiscono chi è il colpevole: il loro pediatra. Senza aspettare la giustizia dei grandi, saranno loro ad infliggergli la massima pena: la morte. Diversi decenni più tardi, tre di loro, Carmine, Sandro e Cinzia, vedranno il torpore della loro quotidianità scuotersi a causa del ricordo di quell’estate maledetta.

Differenze dal libro al film[modifica | modifica sorgente]

Il film è piuttosto fedele al libro per quanto riguarda la parte ambientata negli anni settanta mentre presenta un'impostazione e uno sviluppo diverso nella parte contemporanea.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema