Rousettus celebensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rossetto di Sulawesi
Immagine di Rousettus celebensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Rousettus
Specie R.celebensis
Nomenclatura binomiale
Rousettus celebensis
Andersen, 1907

Il Rossetto di Sulawesi (Rousettus celebensis Andersen, 1907) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico dell'isola di Sulawesi e di alcune isole vicine.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza dell'avambraccio tra 65,5 e 79,41 mm, la lunghezza della testa e del corpo tra 109 e 124 mm, la lunghezza della coda tra 21 e 29,2 mm e un peso fino a 91 g.[3]
La pelliccia è lunga, copiosa, vellutata e ricopre anche l'uropatagio, gli avambracci e la tibia. Il colore del dorso è marrone chiaro, con le parti lombari più rossicce. La testa è marrone scuro. Sono presenti dei ciuffi di peli più chiari e brillanti intorno alle ghiandole su ogni lato del collo. Le parti ventrali sono grigiastro scuro. Il muso è densamente ricoperto di peli. Le orecchie sono strette con la punta arrotondata. Il lobo antitragale è piccolo e arrotondato. La coda è relativamente lunga.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno di grotte.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Sono state osservate femmine con piccoli durante il mese di aprile.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa sulle isole di Sulawesi, Peleng, Buton, Kabaena, Wowoni; Isole Sula: Mangole, Sanana; Isole Sangihe: Ruang, Sangihe, Siau, Tagulandang; Isole Talaud: Karakelong; Isole Togian: Malenge, Batu Daka, Walea Kodi, Walea Bahi, Talata Koh; Isole Tukangbesi: Pulau Hoga, Wangiwangi.

Vive nelle foreste fino a 1.400 metri di altitudine. È spesso catturata in giardini ed aree aperte.[1]

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione numerosa, classifica R. celebensis come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Ruedas, L., Kingston, T., Sinanga, U. & Maharadatunamsi, D. 2008, Rousettus celebensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rousettus celebensis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Andersen, 1912, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi