Rousettus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rousettus
Rousettus egyptiacus01.jpg
Rousettus aegyptiacus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Rousettus
Gray, 1821
Sinonimi

Cercopterus, Cynonycteris, Eleutherura, Senonycteris, Xantharpyia

Specie

Vedi testo

Rousettus (Gray, 1821) è un genere di pipistrello della famiglia degli Pteropodidi comunemente noti come rossetti.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il termine generico deriva dalla parola francese roussette, ovvero rossiccio, utilizzata dagli esploratori Freycenet e Dumont d'Urville durante i loro viaggi in Indonesia per descrivere genericamente le grosse volpi volanti, caratterizzate da un mantello rossastro [1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Al genere Rousettus appartengono pipistrelli di medie dimensioni con la lunghezza dell'avambraccio tra i 75 mm di R.obliviosus e i 95 mm di R.lanosus e un peso fino a 165 g.

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica sorgente]

Il cranio, simile a quello di Eidolon ma privo del meato uditivo ossificato, presenta ossa pre-mascellari in contatto.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

2 3 1 2 2 1 3 2
3 3 1 2 2 1 3 3
Totale: 34
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è nella maggior parte delle specie corta e rada. Le parti dorsali sono solitamente brunastre, mentre quelle ventrali sono più chiare. Talvolta sono presenti dei ciuffi untuosi olivastri sui lati del collo, o in alcune forme un collare di peli più chiari. L'indice è sempre provvisto di un artiglio. Le membrane alari sono attaccate posteriormente alla base del primo oppure del secondo dito dei piedi. In una specie sono attaccate talmente in alto lungo la spina dorsale da far sembrare la schiena priva di peli. La coda è corta ma ben sviluppata, mentre l'uropatagio è ridotto ad una sottile membrana lungo la parte interna degli arti inferiori. Il calcar è piccolo. I maschi sono più grandi delle femmine. Emettono ultrasuoni generati dallo schioccare della lingua sul palato, caratteristica questa tra le più primitive tra tutti i pipistrelli.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Il genere è diffuso nell'Africa subsahariana, nel Vicino Oriente, nel Subcontinente Indiano, nella Cina meridionale, nella regione Indomalese, e dalla Nuova Guinea fino alle Isole Salomone.

Vive all'interno di grotte, principalmente nella zona di penombra.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il genere comprende 9 specie.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda sulla parola rossetto nel sito del Centro Nazionale Francese delle risorse testuali e lessicali
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rousettus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi