Renzo Forma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Renzo Forma
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Luogo nascita Castellamonte
Data nascita 26 novembre 1916
Data morte 28 aprile 2005
Professione Notaio
Partito DC
Legislatura III, IV, V, VI, VII, VIII
Gruppo Democratico Cristiano
Pagina istituzionale

Renzo Forma (Castellamonte, 26 novembre 191628 aprile 2005) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Renzo Forma nasce in un paesino della provincia di Torino, Castellamonte, il 29 novembre 1916, terminati gli studi da notaio si butta nella carriera politica come successore del Senatore Giacomo Piola negli anni '60. Si iscrive tra le file del Partito Democristiano nel maggio del 1953, viene eletto al Senato dalla III alla VIII Legislatura. È ricordato per aver partecipato alla Commissione di indagini sul sequestro e l'uccisione di Aldo Moro.

Attività parlamentari e di governo[modifica | modifica sorgente]

  • dal 3 luglio 1963 al 5 dicembre 1967: membro della IX Commissione Permanente dell'Industria e del Commercio interno e con l'estero e il Turismo;
  • dal 6 dicembre 1967 al 1 giugno 1968: membro della II Commissione Permanente di Giustizia e autorizzazione a procedere;
  • dal 4 luglio 1966 al 4 giugno 1968: membro della Commissione Parlamentare per gli affari regionali;
  • dal 5 luglio 1968 al 27 aprile 1970: membro della IX Commissione Permanente dell'Industria e del Commercio interno e con l'estero e il Turismo;
  • dal 24 luglio 1968 al 7 agosto 1969: membro della Commissione Parlamentare per i procedimenti di accusa;
  • dal 7 agosto 1969 al 26 marzo 1970: Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri (Governo Rumor II);
  • dal 2 aprile 1970 al 5 agosto 1970: Sottosegretario di Stato per il Commercio con l'Estero (Governo Rumor III);
  • dal 7 agosto 1970 al 16 febbraio 1972: Sottosegretario di Stato per il Commercio con l'Estero (Governo Colombo);
  • dal 28 aprile 1970 al 30 settembre 1971: membro della XI Commissione Permanente di Igiene e Sanità;
  • dal 1 ottobre 1971 al 24 maggio 1972: membro della VI Commissione Permanente di Finanze e Tesoro;
  • dal 17 febbraio 1972 al 24 giugno 1972: Sottosegretario di Stato per il Turismo e lo Spettacolo (Governo Andreotti I);
  • dal 30 luglio 1972 al 5 luglio 1973: Sottosegretario di Stato alla Presidenza dei Ministri (Governo Andreotti II);
  • dall'11 luglio 1972 al 31 luglio 1973: membro della IV Commissione Permanente della Difesa;
  • dal 4 luglio 1972 al 19 giugno 1979: membro della X Commissione Permanente per l'Industria, il Commercio e il Turismo;
  • dal 21 dicembre 1979 all'11 luglio 1983: membro della Commissione Consultiva sui Regolamenti CEE;
  • dal 19 febbraio 1979 all'11 luglio 1983: membro dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa;
  • dal 20 marzo 1980 al 10 luglio 1980: membro della Commissione Parlamentare di inchiesta sulla strage di via Fomi, sul sequestro e l'assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]