Remora australis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Remora dei cetacei
EcheneisScutata.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Percoidei
Famiglia Echeneidae
Genere Remora
Specie R. australis
Nomenclatura binomiale
Remora australis
Bennett, 1840
Nomi comuni

Remora dei cetacei

La remora dei cetacei (Remora australis Bennet, 1840) è un pesce osseo marino della famiglia Echeneidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una specie cosmopolita, diffusa in tutti i mari tropicali e subtropicali. È presente anche nel mar Mediterraneo, anche in acque italiane, ma molto rara dovunque.

Fa vita pelagica e, come tutte le remore, vive in simbiosi con un altro animale pelagico più grande. Questa specie predilige i cetacei ed è l'unica specie di remora associata a questi mammiferi marini.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Simile alle altre remore, come la remora del pesce spada o la remora comune, se ne distingue per il lunghissimo disco adesivo che supera ampiamente le pinne pettorali e che porta 24-28 lamelle.

La colorazione è bruno scuro o blu acciaio scuro, uniforme. Talvolta le pinne hanno bordi chiari.

Misura fino a 60 cm.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Ignota

Specie affini[modifica | modifica wikitesto]

Remora brachyptera

La Remora brachyptera (Lowe, 1839) o remora del pesce spada è una specie affine che si può distinguere dalla remora dei cetacei e dalla remora comune per avere solo 14-17 lamelle nel disco adesivo dorsale, che termina sopra la metà delle pinne pettorali, per avere la pinna caudale tronca e non forcuta e le pinne pettorali di forma circa quadrata, non appuntite. Il colore è biancastro o bluastro uniforme. La taglia non supera i 30 cm. Questa specie è legata a pesci spada, marlin e peci vela, solo raramente si attacca ad altre specie come squali o pesci luna. Si trova in tutti gli oceani, compreso il Mediterraneo dove però è rarissima.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci