Rattus hoogerwerfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ratto sumatrano di Hoogerwerf
Immagine di Rattus hoogerwerfi mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Rattus
Specie R.hoogerwerfi
Nomenclatura binomiale
Rattus hoogerwerfi
Chasen, 1939

Il Ratto sumatrano di Hoogerwerf (Rattus hoogerwerfi Chasen, 1939) è un roditore della famiglia dei Muridi endemico di Sumatra.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Roditore di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 165 e 196 mm, la lunghezza della coda tra 225 e 257 mm, la lunghezza del piede tra 36 e 39 mm, la lunghezza delle orecchie tra 19 e 25 mm e un peso fino a 153 g.[3]
La pelliccia è molto soffice e lunga. Il colore delle parti dorsali è ocraceo, cosparso densamente di lunghi peli neri sulla schiena. Le parti ventrali sono simili al dorso ma senza peli neri. Il dorso delle mani e dei piedi è ricoperto fittamente di corti peli marrone scuro. L'area sui lati del muso, dove sorgono le vibrisse nere, è grigiastra. La coda è più lunga della testa e del corpo, nerastra nella parte basale, bianca all'estremità e con circa 10 anelli di scaglie per centimetro. Le femmine hanno un paio di mammelle pettorali e 3 paia inguinali.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie terricola.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è endemica delle zone montagnose della parte occidentale dell'isola di Sumatra.

Vive nelle foreste muschiose montane tra 2.500 e 3.000 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che l'areale è limitato a solo 5 località dove potrebbe degradare la qualità dell'habitat, classifica R. hoogerwerfi come specie vulnerabile (VU).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Aplin, K., Lunde, D. & Helgen, K. 2008, Rattus hoogerwerfi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rattus hoogerwerfi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Miller, 1942, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • F.N.Chasen, Two new Mammals from North Sumatra in Treubia, vol. 17, nº 1, 1939, pp. 207-208.
  • Gerrit S.Miller, Zoological Results of the George Vanderbilt Sumatran Expedition, 1936-1939. Part V.-Mammals collected by Frederick A.Ulmer Jr. on Sumatra and Nias in Proceedings of the Academy of Natural Sciences of Philadelphia, vol. 94, 1942.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi