Qiddush haLevanah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Qiddush haLevanah (ebr קידוש לבנה, in lingua italiana, lett: Santificazione della luna) o Birkhat haLevanah (ebr ברכת הלבנה, Benedizione della luna) viene considerata preghiera ebraica a Dio per la Sua opera della Creazione, in particolare, in questo caso appunto, per la creazione e l'esistenza della luna.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bereshit e Rosh Chodesh.

Ordine[modifica | modifica wikitesto]

  • Salmo 148.1-6 che attesta la glorificazione di Dio nel Creato appunto, secondo le leggi di Dio sulla Natura e su ogni "cosa" che ne riconosca la lode. Riferimento anche agli angeli.
  • Salmi 8.4 e 8.2: riferimento all'atto creativo di Dio, Colui che ha formato la luna e le stelle..., ed al Suo Nome eccelso.

Prima Berakhah[modifica | modifica wikitesto]

Brano successivo[modifica | modifica wikitesto]

  • "Sia di buon augurio per noi e per tutto Israel" (3 volte)

Seconda Berakhah[modifica | modifica wikitesto]

Brani successivi[modifica | modifica wikitesto]

  • "David, re d'Israel è vivo e stabile" (3 volte)
  • 'Amen, Amen, Amen. Per sempre, per sempre, per sempre. Selah, selah, selah. In eterno, in eterno, in eterno."

Brani conclusivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Infine:
« Ed il chiarore della luna come la luce del sole... E la luce del sole sette volte più forte, come la luce dei sette giorni della Creazione, nel giorno in cui HaShem fascerà la frattura del Suo popolo e guarirà la piaga della sua ferita (Isaia). Fosti adorna d'oro e di argento, di vesti di bisso, di seta e di ricami. ti cibasti di fior di farina, di miele e di olio e diventasti bella, adatta al regno (Ezechiele) »

Halakhah[modifica | modifica wikitesto]

  • Preferibile anche che la luna sia visibile per guardarla durante questa preghiera.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altro:

Anche:

ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo