Iyar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Iyar (ebraico: אִייָר o אִיָּר, ʾIyyār, connesso con l'accadico ayyaru[1]) è l'ottavo mese del calendario ebraico nel computo ordinario, secondo nel computo dall'uscita degli Ebrei dall'Egitto, nono nel computo ordinario negli anni embolismici.

Nel corso del mese di Iyar, il 5 del mese, cade la festa di Yom HaAtzmaut, festa dell'indipendenza, preceduta il 4 da Yom HaZikaron, festa della memoria (dei caduti nelle guerre).

Prima dell'Esilio babilonese il mese era chiamato Ziv (1 Re 6,37).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo mese dell'anno babilonese (W. von Soden, Akkadisches Handwörterbuch, vol. I p. 24, s.v. ajjaru(m)). Secondo von Soden sarebbe passato come prestito all'aramaico e all'ebraico. La parola ayyaru in accadico significa "fiore, bocciolo", da cui probabilmente "mese dello sbocciare dei fiori".