Prana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il termine prana, dal sanscrito prāṇa (devanāgarī: प्राण), significa letteralmente vita e in seconda istanza viene inteso come respiro e spirito. Nonostante ciò, la tradizione induista spesso identifica i vari significati della parola come una cosa sola.

Secondo la fisiologia induista, tutti gli esseri viventi, in quanto tali, sono dotati di prāṇa, la cui conservazione deriva dal corretto svolgimento di tutte le funzioni psicologiche, emotive e fisiologiche necessarie al mantenimento armonico dell'equilibrio.

Secondo tale filosofia, uno dei modi più evidenti attraverso cui gli esseri viventi ottengono prāṇa è dato dalla respirazione che veicola, oltre all'ossigeno (elemento grossolano) anche la vitalità (elemento sottile) che traiamo dall'aria.

Nello Yoga e nelle tecniche di guarigione indiane il saper padroneggiare il respiro assume un ruolo fondamentale, poiché questa funzione viene posta sotto un controllo consapevole.

Nella cultura cinese e giapponese il termine con significato corrispondente è il vocabolo Ki, mentre in quella europea si identifica con il concetto di pneuma.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]