Pomodoro cuore di bue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pomodoro cuore di bue (bovaiolo))
POMODORO CUORE DI BUE (BOVAIOLO)
Cuor di bue 3in1.jpg
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regioni Toscana
Liguria
Sicilia
Sardegna
Zona di produzione Arezzo, Firenze
Dettagli
Categoria ortofrutticolo
Riconoscimento P.A.T.
Settore Prodotti vegetali
 

Il pomodoro cuore di bue (detto anche semplicemente cuore di bue) è un pomodoro da insalata, grosso ed irregolare, con buccia liscia e sottile. Le dimensioni alla raccolta variano in genere dai 200 ai 300 grammi, sebbene si possano trovare frutti di quasi 500 grammi, ha una polpa carnosa e con una consistenza simile a quella del cachi (Diospyros kaki). È molto saporito, aromatico, quasi piccante con pochissimi semi nella polpa. Il prezzo di vendita del pomodoro cuore bue lo rende ancora oggi non proprio un prodotto di largo consumo.

Raccolta[modifica | modifica wikitesto]

Il pomodoro cuore di bue viene raccolto a mano, essendo la buccia molto sottile e delicata, e poi viene posto in locali ben aerati.

Un po' di storia[modifica | modifica wikitesto]

Il pomodoro, anche se è diventato un prodotto nazionale, non è una pianta autoctona, bensì importata nel XVI secolo, in Italia, dalle Americhe. Il pomodoro, in origine, veniva considerata una pianta dai frutti non commestibili.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Esistono diverse varietà di pomodoro cuore di bue, quello descritto in questa scheda appartiene alla varietà Arawak (pomodoro). Il pomodoro cuore di bue viene coltivato in varie zone d'Italia, e accanto al nome viene associato quello della zona di produzione; quello coltivato in Liguria, ad esempio, prende il nome di pomodoro cuore di bue ligure o pomodoro di Albenga[1] ma è molto comune la varietà "cuore di bue classico" dalla classica forma di cuore e cioè con una leggera punta e quasi per niente costuoluto; inoltre è molto apprezzata dai produttori amatoriali una varietà dal colore rosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I 4 di Albenga. URL consultato il 27 agosto 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]