Polonnaruwa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 7°56′N 81°00′E / 7.933333°N 81°E7.933333; 81

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Antica città di Polonnaruwa
(EN) Ancient City of Polonnaruwa
Gal Vihariya - 3.jpg
Tipo Culturale
Criterio (i) (iii) (vi)
Pericolo Nessuna segnalazione
Riconosciuto dal 1982
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Polonnaruwa è un'antica città, capitale del secondo regno più antico dello Sri Lanka.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu dichiarata capitale dal re Vijayabahu I che sconfisse gli invasori Chola nel 1070 e riunì il regno sotto il suo dominio. La vittoria di Vijayabahu I e lo spostamento della capitale a Polonnaruwa sono considerati momenti storicamente significativi, tuttavia, l'eroe di Polonnaruwa che assurge alla notorietà ed ai libri di storia è suo nipote Parakramabahu I.

Il regno di Parakramabahu è considerato l'età d'oro di Polonnaruwa, sotto il suo regno fiorirono l'agricoltura ed i commerci, grazie anche alla realizzazione di avanzati bacini di irrigazione delle terre tesi a non sprecare neanche una goccia dell'acqua piovana. Tali bacini ancora oggi forniscono l'acqua per le coltivazioni a terrazza dell'est di Sri Lanka. Grazie a tali bacini, il regno di Polonnaruwa fu completamente autosufficiente durante il regno di Parakramabahu.
Il maggiore di questi bacini è il Parakrama Samudraya, o "mare di Parakrama", ampio al punto da essere spesso confuso con l'oceano, dato che, data la sua ampiezza, da una delle rive è impossibile vedere quella opposta.

Il regno termina con l'invasione di Arya Chakrawarthi nel 1284, che forza lo spostamento della capitale a Dambadeniya.

Il sito archeologico[modifica | modifica sorgente]

L'antica Polonnaruwa oggi è uno dei meglio conservati siti archeologici di Sri Lanka ed è stata inserita nel 1982 tra i patrimoni dell'umanità riconosciuti dall'UNESCO.

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità