Pietra di luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Adularia.

Pietra di luna
Pietra di luna.jpg
Classificazione Strunz  
Formula chimica K(AlSi3O8[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino monoclino[1]
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale  
Gruppo spaziale  
Proprietà fisiche
Densità 2,5-2,7[1] g/cm³
Durezza (Mohs) 6-6.5[1]
Sfaldatura Perfetta[1]
Frattura Da irregolare a concoide[1]
Colore Incolore[1], tuttavia può assumere tutti i colori dell'adularia di cui è sottospecie
Lucentezza Vitrea[1]
Opacità Da trasparente a translucido[1]
Striscio Bianco[1]
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La pietra di luna è una varietà di adularia[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La pietra di luna è molto antica e veniva usata dagli antichi per immortalare l'energia lunare. Gli antichi credevano che la pietra di luna avesse poteri sovrannaturali che potesse essere in grado di spezzare la maledizione di un lupo mannaro, o di uccidere un vampiro. Essa veniva usata dalle streghe nelle notti di luna piena per aumentare in parte il loro potere "rubandolo" alla luna. Si dice che, nel 1466, alcuni abitanti di un villaggio bruciarono in una chiesa 27 vampiri, essi però non morirono, ciò grazie all'aiuto di una strega che con il potere della pietra di luna li rinchiuse nella cripta sotto la chiesa.[senza fonte]

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Pseudoromboedrico.[1]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Idrotermale.[1]

Forme in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

I cristalli di pietra di luna possono avere delle geminazioni complesse.[1]

Caratteristiche chimico-fisiche[modifica | modifica wikitesto]

La caratteristica principale della pietra di luna è quella che caratterizza anche l'adularia stessa: l'adularescenza. Tale fenomeno è dovuto dalla disposizione in file parallele delle inclusioni costituite da feldspati, il fatto che i feldspati non siano mescolati tra loro dipende dalla temperatura di formazione della pietra di luna, se è bassa, ognuno dei feldspati cristallizzera per suo conto, l'uno dentro l'altro.[1]

Cristalloterapia[modifica | modifica wikitesto]

Alla pietra di luna sono associati il secondo ed il settimo chakra.[2]

La pietra di luna è associata alla Grande Madre.[2]

La pietra di luna avrebbe degli ipotetici effetti curativi sulla psiche e sul corpo umano, tra i quali: alleviare i dolori mestruali, potenziare l'intuizione e debellare l'insonnia.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Autori Vari, Scheda Pietra di luna in "Il magico mondo di minerali & gemme Guida pratica per scoprirli e collezionarli, De Agostini (1993-1996), Novara
  2. ^ a b c Scheda del minerale su cure-naturali.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia