Pierre Denis Martin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Veduta del Castello di Fontainebleau (1718-1723)

Pierre Denis Martin, detto Martin des Gobelins[1] (Parigi, 1673 o 1663[2]Parigi, 5 aprile 1743 o 1742[3]), è stato un pittore e disegnatore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto equestre di Giovanni III Sobieski

Figlio di Denis e di Françoise Dubat[3] e cugino di Jean Baptiste Martin[1], fu apprendista di Adam Frans van der Meulen e di Joseph Parrocel[1].

Il 13 gennaio 1699 sposò Marie Claire Briosne, da cui ebbe un solo figlio, Pierre, nato il 18 settembre 1699[3].

Collaborò frequentemente col cugino, tanto da lavorare con uno stile talmente simile al suo da comportare problemi di attribuzione delle opere[1].

Lavorò sia a Parigi, in particolare presso la Manifattura dei Gobelins su commissione del re Luigi XV, che nei Paesi Bassi[1]. Fu pittore ordinario e con retribuzione fissa del re (peintre ordinaire et pensionnaire du Roi)[3].

Dipinse soprattutto scene di caccia[1][2], interni, soggetti storici, vedute di città[1] e di palazzi reali[2] e battaglie[1].

Alcune Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74945265