Pace di Ramla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Pace di Ramla fu sottoscritta da Saladino e Riccardo Cuordileone nel giugno del 1192, dopo la battaglia di Arsuf. Secondo i termini dell'accordo, Gerusalemme sarebbe rimasta sotto sovranità islamica. Tuttavia, la città sarebbe stata aperta ai pellegrinaggi cristiani. Il trattato di pace, concludendo la terza crociata, riduceva di fatto e di diritto i regni latini crociati a una striscia geopolitica costiera che si estendeva da Tiro a Giaffa.

Né Saladino, né Riccardo I erano soddisfatti di sottoscrivere l'accordo, ma di fatto non ebbero alcuna altra scelta possibile. L'emiro ayyubide era stato fiaccato, fisicamente e finanziariamente, dalle vicende belliche e re Riccardo doveva guardarsi dal tradimento che gli si stava ordendo in patria.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Axelrod, Alan and Charles L. Phillips (a cura di), Encyclopedia of Historical Treaties and Alliances, Vol. 1, New York, Zenda Inc., 2001. ISBN 0-8160-3090-1.
Crociate Portale Crociate: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Crociate