Pa amb tomàquet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pa amb tomàquet
Pa amb tomàquet
Pa amb tomàquet
Origini
Luogo d'origine Spagna Spagna
Regione Catalogna
Diffusione Spagna
Dettagli
Categoria antipasto
Ingredienti principali pane
olio d'oliva
sale
pomodori
 

Pa amb tomàquet (Pronuncia catalana: [ˈpam tuˈmakət]), tradotto letteralmente in italiano come "pane con pomodoro", è una semplice e tipica ricetta di Aragona, Catalogna, Valencia e Maiorca, dove riceve il nome di pa amb oli o pamboli (pronuncia in dialetto maiorchino: [ˌpəmˈbɔɫi], in italiano letteralmente: "pane con olio d'oliva"). È un piatto simile alla bruschetta.[1] È considerato il piatto più noto della cucina catalana.[1]

La versione più semplice del piatto consiste in una fetta di pane con mezzo pomodoro maturo strofinato, e condito con olio d'oliva e sale.[2] Nella ricetta contadina originaria quest'ultima veniva accompagnata da una sardina in salamoia, ma oggigiorno si serve piuttosto accompagnata di prosciutto, formaggi o salumi affettati, sebbene si possa ritenere pa amb tomàquet una qualsiasi variante di panino o pane tostato purché il pomodoro ci sia stato strofinato.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Il primo riferimento scritto riguardo a questo piatto risale al XVIII secolo, la ricetta viene nominata come panboli bo nel libro Modo de cuynar a la mallorquina di Jaume Martí Oliver.[3] Comunque alcuni autori sostengono che la ricetta sia anteriore, e che tuttavia nei primi tempi non fosse stata apprezzata abbastanza da figurare nei ricettari trattandosi d'una ricetta troppo semplice ed evidente.[2] In ogni caso non sarebbe una ricetta anteriore all'introduzione del pomodoro nella cucina catalana, verso il XVI secolo.[2]

Secondo l'ipotesi più accettata, la ricetta sarebbe nata spontaneamente nelle campagne, dove si sarebbero usati dei pomodori, spesso abbondanti nelle buone raccolte, per ammorbidire il pane secco.[2], anche se in passato se ne era attribuita la diffusione agli immigrati dalla Murcia andati a Barcellona per lavorare nell'Esposizione Universale di Barcellona del 1929.[4], una ipotesi oggigiorno non molto accreditata.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Institut Català de la Cuina, pàg. 3 (ES)
  2. ^ a b c d La cuina tradicional catalana a l'abast, pàg. 96, Josep Lladonosa i Giró, any 2005, Columna Cuina, ISBN 84-664-0666-2 (CA)
  3. ^ Pa amb tomàquet, Jaume Fàbrega, Cossetània Edicions, ISBN 84-95684-78-0 pag 13 (CA)
  4. ^ El gust d'un poble: els plats més famosos de la cuina catalana, pàg. 86. Jaume Fàbrega, Cossetània Edicions, 2002, ISBN 8495684918

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]