Orsini-Rosenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli Orsini-Rosenberg (anche Ursini-Rosenberg) sono stati un'antica famiglia appartenente alla nobiltà austriaca.

Stemma degli Orsini-Rosenberg

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia, nata come ramo cadetto dei di Graben di Stein (a sua volta, ramo illegittimo della dinastia di Gorizia, conosciuti anche come Mainardini[1]), proveniva da Schloss Alt-Grabenhofen nei pressi della città austriaca di Graz[2].

Il primo membro conosciuto fu Corrado di Rosenberg, vissuto intorno al 1322, membro della piccola nobiltà locale di Schloss Alt-Grabenhofen, tra Reinerkogel e Rosenberg.

Nel corso del Settecento e dell'Ottocento, la famiglia, grazie alla sua assoluta lealtà alla Casa d'Asburgo, è protagonista di un enorme successo sociale ed economico, che si traduce nell'accumulo di territori, proprietà e titoli onorifici.

Membri illustri della famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rudolf Granichstaedten-Czerva (1948): "Brixen - Reichsfürstentum und Hofstaat".
  2. ^ Collegium Res Nobilis Austriae: Orsini und Rosenberg

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hans Pawlik, Orsini-Rosenberg, Geschichte und Genealogie eines alten Kärntner Adelsgeschlechts. In: Archiv für vaterländische Geschichte und Topographie. book nr. 98. Verlag des Geschichtsvereines für Kärnten, Klagenfurt 2009. p. 1-304.