OXO (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
OXO
Oxo.jpg
La schermata di OXO
Pubblicazione Non commerciale
Ideazione Alexander S. Douglas
Data di pubblicazione 1952
Genere Rompicapo
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma EDSAC
Supporto Memoria a linea di ritardo
Periferiche di input Selettore a disco di un telefono

OXO, conosciuto anche come Noughts and Crosses ("zeri e croci" in inglese), è stato uno dei primi videogiochi in assoluto di cui si conosca l'esistenza.

Il gioco[modifica | modifica sorgente]

OXO permetteva al giocatore (singolo) di ingaggiare una partita di tris contro il computer. La schermata di gioco era visualizzata sul tubo catodico di 35x16 caratteri al fosforo verde del computer, ed era molto semplificata, anche per poter girare su un computer con scarsa memoria.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il gioco fu ideato e sviluppato da Alexander S. "Sandy" Douglas nel 1952 che lo programmò come prova per la sua tesi di dottorato all'università di Cambridge sulla "interazione Uomo-Computer". Il gioco funzionava allora soltanto su un computer EDSAC in dotazione all'università, il che rende OXO il primo videogioco visivo conosciuto in grado di girare su un computer[1].

Startscreen[modifica | modifica sorgente]

9 8 7       NOUGHTS AND CROSSES
6 5 4               BY
3 2 1       A S DOUGLAS, C.1952

LOADING PLEASE WAIT...

EDSAC/USER FIRST (DIAL 0/1):  

Program output[modifica | modifica sorgente]

EDSAC/USER FIRST (DIAL 0/1):1
DIAL MOVE:6
DIAL MOVE:1
DIAL MOVE:2
DIAL MOVE:7
DIAL MOVE:9
DRAWN GAME...
EDSAC/USER FIRST (DIAL 0/1):

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Pong-story.com