Noleggio con conducente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noleggio con conducente — Comune di Borgo S. Lorenzo.jpg

Il servizio di noleggio con conducente (N.C.C.) appartiene alla categoria dei trasporti pubblici non di linea ed assieme al servizio pubblico di piazza (taxi) con cui condivide circa il 75% della legislazione e regolamentazione[senza fonte], è integrativo e supplementare ai servizi pubblici di linea. I suoi connotati sono indicati nell'art. 85 del codice della strada italiano[localismo].

{{Gli autoveicoli destinati a tale uso sono riconoscibili dalla presenza sul posteriore di apposita targhetta NCC.|Non ovunque}}

I veicoli adibiti al servizio N.C.C., svolgono un servizio pubblico di trasporto non di linea. Il servizio di noleggio con conducente si rivolge all'utenza specifica che avanza, presso la rimessa, apposita richiesta per una determinata prestazione a tempo e/o viaggio. Su delega dello Stato e delle regioni le autorizzazioni vengono rilasciate dalle amministrazioni comunali esclusivamente tramite bando di concorso (art. 8 della legge n. 21 del 1992)[Solo in Italia].

Lo stazionamento dei mezzi deve avvenire all'interno esclusivamente nelle rimesse o presso i pontili di attracco. La sede del vettore e la rimessa devono essere situate, in generale, nel territorio dell'ente che ha rilasciato l'autorizzazione.

Per il servizio di noleggio con conducente i comuni possono prevedere la regolamentazione dell'accesso nel loro territorio o, specificamente, all'interno delle aree a traffico limitato dello stesso, da parte dei titolari di autorizzazioni rilasciate da altri comuni, mediante la preventiva comunicazione contenente, con autocertificazione, l'osservanza e la titolarita' dei requisiti di operatività della presente legge 21/92 e dei dati relativi al singolo servizio per cui si inoltra la comunicazione e/o il pagamento di un importo di accesso.[Solo per la legislazione italiana]

Nel servizio di noleggio con conducente, esercitato a mezzo di autovetture, è vietata la sosta in posteggio di stazionamento su suolo pubblico nei comuni ove sia esercito il servizio di taxi. In detti comuni i veicoli adibiti a servizio di noleggio con conducente possono sostare, a disposizione dell'utenza, esclusivamente all'interno della rimessa[1].

A differenza dei taxi che sostano su aree pubbliche specificatamente segnalate, si rivolgono ad un'utenza indifferenziata e sono obbligati a svolgere la corsa all'interno del comprensorio, il servizio pubblico non di linea denominato "N.C.C." prevede lo stazionamento dei mezzi all'interno di apposite rimesse e si basa propriamente su di un accordo cliente-fornitore con cui vengono pattuiti le modalità di svolgimento del servizio, la data e l'orario, l'importo ecc. La prestazione del servizio non è pertanto obbligatoria ma si basa sul raggiungimento o meno di un accordo; i servizi N.C.C. possono pertanto essere svolti solo ed esclusivamente su prenotazione.

Mentre il servizio taxi può avere origine unicamente all'interno del comprensorio, il servizio N.C.C. può essere svolto in qualsiasi luogo senza limiti territoriali, nel rispetto delle leggi nazionali e per le risorse destinate dalle Regioni agli enti locali, dei comuni che rilasciano le autorizzazioni per le esigenze dei cittadini residenti (DL.422/97) sulle esigenze dei cittadini residenti e comunque il viaggio deve avere inizio dalla rimesse situata esclusivamente nel comune che ha rilasciato l'autorizzazione, oppure può avere inizio presso gli aeroporti e porti, ferme restando le attribuzioni delle autorità competenti in materia di circolazione negli ambiti portuali, aeroportuali e ferroviari, ed in accordo con le organizzazioni sindacali di categoria. Gli automezzi N.C.C., pariteticamente ai taxi possono percorrere le corsie preferenziali, accedere ai centri storici ed alle ZTL, nonché circolare in presenza di limitazioni o blocchi del traffico.[Passaggio fortemente localistico, che fa erroneamente riferimento alla sola legislazione italiana]

Rispetto al servizio taxi il servizio N.C.C. offre una prestazione diversa, viene sovente svolto con autoveicoli prestigiosi[non chiaro], allestiti in maniera specifica e di colore tendenzialmente scuro; il personale è anche di solito in grado di comunicare in una o più lingue straniere. I maggiori punti di forza del servizio N.C.C. sono il servizio di rappresentanza insito nella tipologia organizzativa[perché?].

In Italia, per poter effettuare questo tipo di attività, il singolo cittadino deve provvedere a una "iscrizione a ruolo" la quale si ottiene previo superamento esame orale da parte di una commissione provinciale presso la Camera di Commercio. Per iscriversi all'albo occorre anche avere il certificato di abilitazione professionale, detto CAP (KB), dopodiché è possibile diventare titolare di un'autorizzazione NCC specifica rilasciata dall'Amministrazione comunale del Comune di competenza.[Localismo]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ uso difforme delle autorizzazioni

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti