Muhammad ibn Ali al-Taqi al-Jawad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il nome in arabo di al-Jawād
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Muḥammad ibn ʿAlī al-Taqī al-Jawād (in arabo: محمد بن علي التقي الجواد; Medina, 8 aprile 811Baghdad, 24 novembre 835) è stato il nono Imam duodecimano.

Figlio di ʿAlī al-Riḍā, Abū Jaʿfar Muḥammad ibn ʿAlī ibn Mūsā ricevette dai suoi seguaci i laqab di al-Taqī (Pietoso) e di al-Jawād (Generoso) e fu tra gli Imam duodecimani quello che morì in più giovane età.[1]

Gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Sua madre Khayzurān, nota anche col soprannome di Sabīka,[2] era una discendente di Marya al-Qibtiyya.

Ḥakīma, sorella di ʿAlī al-Riḍā, si dice che abbia detto che, nella notte in cui nacque al-Taqī, suo fratello le avesse chiesto di essere presente accanto alla cognata partoriente. Secondo un hadīth, al-Taqī, appena nato guardò il cielo e testimoniò la sua fede col tawḥīd, attestando la profezia (Nubuwwa) di Maometto e la Walāya dell'Imam ʿAlī b. Abī Ṭālib.

Prima maturità[modifica | modifica wikitesto]

Assunse la dignità di Imam all'età di otto anni.

Sacello del 9° Imam Muḥammad al-Taqī e
del 7° Imam Mūsā al-Kāẓim. (al-Kāẓimayn, Baghdad).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A Brief History of The Fourteen Infallibles, Ansariyan Publications, p. 146.
  2. ^ Sayyid Muhammad Rizvi, Islam: Faith, Practice & History, Qum, Ansariyan Publications.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Imam sciita duodecimano e alawita Successore
ʿAlī al-Riḍā (799 – 818) (818 – 835) ʿAlī al-Naqī (835 - 868)