Monarda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Monarda
Close bee balm 02.jpg
Fiore di Monarda didyma
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Genere Monarda
L., 1753
Specie

vedi testo

Monarda L., 1753 è un genere di piante annual o perenni della famiglia delle Lamiaceae, indigene del Nord America.[1]

Il nome del genere è un omaggio al medico e naturalista spagnolo Nicolas Monardes (1493-1578).

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Monarda in fiore

Comprende le seguenti specie:[1]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Le foglie di M. didyma e M. citriodora hanno un aroma simile al bergamotto e vengono usate, essiccate, nelle bibite, nel tè e nei sacchetti profumati. Dalla Monarda didyma si ricava, infatti, il tè Oswego, il cui nome deriva dalla tribù degli Oswego che fece uso delle foglie di tale pianta, simile al tè cinese e ampiamente utilizzato in Gran Bretagna.

Dai fiori della monarda si ricava un'essenza odorosa denominata monardina, largamente impiegata nei settori della medicina e della profumeria. In medicina omeopatica è usata come antipiretico e digestivo.

Attualmente è coltivata in Italia nel territorio Alto Sebino. La pianta preferisce terreni ricchi di humus e particolarmente profondi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Monarda in The Plant List. URL consultato il 4 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Willis John Christopher, Fertilization of claytonia, phacelia and monarda, in Linnean society's journal botany, 1893, v. 30, pp. 52-63.
  • Sotti Maria Luisa, Con quel gusto di tè e il profumo di arancia amara, in Gardenia, v. 54, 1988, pp. 138-139.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica