Mingreli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Un gruppo di mingreli alla fine del XIX secolo

I mingreli[1] (mingrelio: მარგალი, margali; georgiano: მეგრელები: megrelebi) sono un gruppo sub-etnico di georgiani[2][3][4][5][6][7][8][9] che in massima parte vivono nel Samegrelo (Mingrelia) regione della Georgia, ma in numero considerevole anche in Abcazia e Tbilisi. Approssimativamente 180.000-200.000 persone di provenienza mingrelia sono state espulse dall'Abcazia in seguito al conflitto georgiano-abcasio all'inizio degli anni '90 con la conseguente depurazione etnica di georgiani in questa regione separatista.

La maggior parte dei mingreli parlano sia il mingrelio che il georgiano appartenenti alla famiglia linguistica caucasica meridionale (Kartveliano), ma usando soltanto l'alfabeto georgiano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Principe mingrelio, di G. Gagarin. 1840.
mingrelio. 1843.

I mingreli discendono da molte tribù colchiche le quali successivamente caddero sotto l'influenza della loro stirpe etnica della Georgia orientale (Iberia). All'inizio del medioevo, la loro aristocrazia e il clero, più tardi seguiti dai laici, adottarono il georgiano come lingua letteraria e culturale. Dopo la frammentazione del Regno della Georgia nel XV secolo, la Mingrelia divenne un principato autonomo, coinvolto in una serie di conflitti insieme ad altri governi georgiani fino a che non fu annessa all'impero russo agli inizi del 1800.

In molti censimenti sotto l'impero russo e nei primi anni dell'Unione Sovietica, i mingreli venivano considerati un gruppo separato, ma classificati sotto una più ampia categoria di georgiani negli anni '30. Attualmente, la maggior parte dei mingreli si identificano come "georgiani" conservando molte caratteristiche culturali inclusa la lingua mingrelia, ma il numero dei suoi parlanti è in declino.

Il primo presidente di una Georgia indipendente, Zviad Gamsakhurdia (1939-1993), era un mingrelio. Quindi, dopo il violento colpo di stato del 21 dicembre 1991 - 6 gennaio 1992, Samegrelo divenne il centro di una guerra civile, terminata con la sconfitta dei sostenitori di Gamsakhurdia.

Personaggi mingreli importanti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diversamente chiamati megreliani, mingreli, o megreli
  2. ^ (EN) Piccoli popoli e grandi potenze: uno studio del conflitto etnopolitico, di Svante E. Cornell, p 142
  3. ^ (EN) Gruppi etnici nel mondo: un manuale di riferimenti, di David Levinson, p 34
  4. ^ (EN) Odi moderni: la politica simbolica della guerra etnica, di Stuart J. Kaufman, p 86
  5. ^ (EN) Luoghi di costruzione politica: nazioni nascenti in Russia e nel mondo post-sovietico, di Pål Kolstø, p 8
  6. ^ (EN) Stephen F. Jones. Mingreli. World Culture Encyclopedia. Consultato il 29 marzo 2008.
  7. ^ (EN) Kevin Tuite Il significato di Dæl. Associazioni simboliche e spaziali delle dee caucasiche meridionali con animali selvatici. Université de Montréal.
  8. ^ (EN) La politica del Mar Nero: Dinamica di cooperazione e conflitto, di Tunç Aybak, p 185
  9. ^ (EN) Andropov, Nuova sfida ad occidente, di Arnold Beichman, Mikhail S. Bernstam, p 116

Fonti[modifica | modifica wikitesto]