Katie Melua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Katie Melua
Katie Melua in concerto a Seattle nel 2009
Katie Melua in concerto a Seattle nel 2009
Nazionalità Georgia Georgia
Regno Unito Regno Unito
Genere Musica acustica
Blues
Jazz
Periodo di attività 2003 – in attività
Album pubblicati 8
Studio 6
Live 1
Raccolte 1
Opere audiovisive 3
Sito web

Ketevan "Katie" Melua (in georgiano ქეთევან მელუა; Kutaisi, 16 settembre 1984) è una cantautrice e musicista georgiana naturalizzata britannica, seconda cittadinanza conferitale nel 2005.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nata in Georgia, dove il padre lavorava come cardiochirurgo. Visse per i primi anni di vita a Tbilisi per poi spostarsi coi genitori a Batumi, sul Mar Nero. Nel 1993, in seguito alla guerra civile georgiana, la famiglia si trasferì a Belfast, nell'Irlanda del Nord, dove al padre era stato offerto un posto al Royal Victoria Hospital, e dove Katie frequentò la St. Catherine's Primary School e poi il Collegio Domenicano di Fortwilliam.

Per una possibilità di lavoro del padre, la famiglia si trasferì ancora a Londra nel 1998. A 15 anni, Katie vinse un concorso per giovani talenti organizzato dall'emittente britannica ITV, cantando Without You dei Badfinger. Si diplomò poi alla BRIT School con una "A" in musica.

Parla tre lingue, georgiano, russo e inglese.

Il 29 aprile 2006 ad una nuova varietà di tulipano prodotta in Olanda è stato dato il nome Katie Melua in suo onore.[2]

Dall'aprile 2011 è legata sentimentalmente all'ex pilota motociclistico James Toseland,[3][4] con cui si è sposata il 1º settembre 2012 ai Kew Gardens di Londra.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Una giovane Katie Melua agli esordi, nel 2004.

Katie Melua cominciò a scrivere canzoni nel 2001, a 16 anni. Nello stesso anno aveva un'esperienza lavorativa presso il dipartimento di Ricerca e Sviluppo della BBC a Kingswood Warren, nel Surrey; i colleghi e i professori l'incoraggiavano ad andare all'università, ma lei replicò che aveva già deciso di diventare una cantante.

Mentre si stava esibendo in uno spettacolo organizzato dalla Brit School attirò l'attenzione di Mike Batt, compositore musicale, produttore ed autore di testi inglesi, che era in ricerca di un'artista capace di cantare "jazz e blues in maniera interessante", la scritturò per la sua casa discografica (la Dramatico) e le fece fare le prime prove in studio. Melua ammise di non essere stata assolutamente a conoscenza del fatto che Batt fosse stato il leader della band degli anni settanta The Wombles finché non vide delle copie dei loro dischi nel suo studio (The Wombles si esibivano sempre vestiti da pupazzi, i wombles appunto, dalla cui serie TV avevano preso il nome).

Nel 2003 esce il primo album, Call Off the Search, che contiene due canzoni scritte da Katie Melua: Belfast (Penguins and cats) e Faraway voice, sulla morte del suo idolo Eva Cassidy. L'album contiene inoltre cover di Delores J.Silver (Learnin' the blues), John Mayall (Crawling up a hill), Randy Newman (I think it's going to rain today), e James Shelton (Lilac wine). Altre sei canzoni dell'album vengono scritte da Mike Batt. Inizialmente è difficile ottenere passaggi radiofonici per il singolo The closest thing to crazy; le cose cambiano dopo che il produttore di BBC Radio 2 Paul Walters ascolta la canzone e la include nel popolare show di Terry Wogan. Grazie a questo sostegno, quando l'album esce è un immediato successo, arrivando al numero 1 della classifica britannica nel gennaio 2004; l'album vende 1.2 milioni di copie in UK e 3 milioni complessivamente in tutto il mondo. Il secondo singolo, Call off the search, e il terzo, Crawling up a hill, non ottengono il successo del primo.

Katie Melua nel 2008 in concerto al Palau de la Música Catalana di Barcellona

Dopo la pubblicazione Katie Melua ha il modo di duettare con Jamie Cullum interpretando Love Cats ai Brit Awards. Collabora al 20º anniversario del Band Aid, unendosi al coro di star della musica britannica che incide Do They Know It's Christmas? nel novembre del 2004 per raccogliere fondi per aiutare le regioni dell'Africa vittime della denutrizione. Il 19 marzo 2005 realizza quello che dice essere stato uno dei suoi sogni d'infanzia, cantando Too Much Love Will Kill You con i Queen (Brian May e Roger Taylor (riunitisi in quell'anno in una nuova formazione con Paul Rodgers), ad un concerto in Sudafrica. Nel dicembre del 2005 ha inoltre duettato con The Pogues per la trasmissione CD UK in Fairytale of New York.

Nell'agosto del 2005, Katie Melua diventa cittadina britannica giurando davanti alla Regina Elisabetta II nella cerimonia dedicata.

Il suo secondo album, Piece by Piece, è stato pubblicato il 26 settembre 2005; il singolo Nine Million Bicycles, era invece stato pubblicato il 19 settembre dello stesso anno. Oltre a questa nell'album ci sono quattro canzoni scritte da lei, quattro da Batt, una scritta a quattro mani da entrambi, e tre rifacimenti di vecchie canzoni per un totale di dodici tracce. L'album ha debuttato al primo posto della classifica britannica il 3 ottobre 2005. Il 5 dicembre uscì il singolo di I Cried For You contenente una cover di Just Like Heaven dei The Cure, colonna sonora del film omonimo del 2005. Il terzo singolo, Spider's Web è stato pubblicato il 17 aprile 2006.

Il 20 gennaio 2006 con il concerto a Aberdeen in Scozia Melua inaugura il suo tour in cui ha promosso Piece by Piece e dichiara di voler ripubblicare l'album con tre nuove tracce: It's Only Pain, una versione live e un pezzo inedito.

Katie Melua durante un'esibizione in Norvegia nel 2009

Il 2 ottobre 2006 ha cantato con il suo gruppo a 303 metri sotto la superficie del mare del Nord, stabilendo il guinness dei primati per il concerto tenuto alla più grande profondità marina.[6]

Nel 2007 ha partecipato al film di Quentin Tarantino, Grindhouse - A prova di morte. Nel dicembre 2007, Melua ha realizzato il singolo What a wonderful world, cover del brano di Louis Armstrong registrato come duetto virtuale basandosi su una registrazione di Eva Cassidy. Tutti i proventi del singolo, che è arrivato alla prima posizione in UK, sono stati devoluti alla Croce Rossa.

Il terzo album di Katie Melua, Pictures, è stato annunciato come l'ultimo realizzato in collaborazione con Mike Batt. L'amica di Katie Molly McQueen, già leader dei The Faders, è co-autrice del brano Perfect circle. La versione di iTunes dell'album include come bonus track una cover del brano di Prince Under the cherry moon.

I 25 marzo 2008 Katie Melua inizia la sua tournée denominata Live Tour 2008 che la porta in numerose città della Francia (due concerti a Parigi) e della Germania, oltre a tre appuntamenti in Polonia ed altri in Svizzera, Belgio, Olanda, Danimarca, Austria, Slovenia e Italia. Il 5 aprile 2008 ha tenuto un concerto nella Royal Albert Hall di Londra e, il giorno seguente, in occasione dell'iTunes Festival a Berlino, un appuntamento intimo avanti solo 500 persone che avevano vinto i biglietti di entrata non vendibili al pubblico;[7] il concerto è stato registrato e reso disponibile dal 14 maggio 2008 in download digitale su iTunes.

Il quarto album di Katie Melua, dal titolo The House viene pubblicato in Inghilterra il 24 maggio 2010. Tra gli autori dei brani vi sono Lauren Christy, Guy Chambers e Rick Nowels. Il disco è stato prodotto da William Orbit.

A due anni di distanza, esce il quinto album in studio della Melua, Secret Symphony, rilasciato il 5 marzo 2012. L'album è stato registrato in collaborazione con Mike Batt.

Nel settembre 2013 viene pubblicato Ketevan, anticipato dal singolo I Will Be There e prodotto anche questo da Batt.

Influenze e gusti musicali[modifica | modifica wikitesto]

Katie Melua nel 2011 a Groninga per la cerimonia di premiazione degli European Border Breakers Awards

Nell'aprile 2006, per la rivista Sun, Katie Melua ha scelto 14 fra le sue canzoni preferite che hanno maggiormente avuto influenza su di lei musicalmente. Ha scelto Heart and Bones di Paul Simon, Hallelujah di Leonard Cohen interpretata da Jeff Buckley, Marcie di Joni Mitchell, Masters of war di Bob Dylan, How sweet it is (to be loved by you) di James Taylor, No particular place to go di Chuck Berry, Glory Box dei Portishead, The pleasure is all mine di Björk, Au port di Camille, Killing in the name of dei Rage Against the Machine, Fancy di Bobbie Gentry, Even after all di Finley Quaye, Caramel di Suzanne Vega, Fuck forever dei Babyshambles.[8]

Nel programma della BBC The Culture Show Katie Melua ha scelto Paul McCartney come maggiore icona britannica vivente.[9]

Ha anche registrato una cover della canzone originalmente cantata da Audrey Hepburn, ovvero Moon River.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Posizioni massime
IT DE[10] AT[11] CH[12] UK[13] US[14]
2003 Call Off the Search 54 8 - 29 1 161
2005 Piece by Piece 17 2 5 3 1 108
2007 Pictures 21 2 6 1 2 -
2010 The House 51 3 - 1 4 -
2012 Secret Symphony - 2 - - 8 -
2013 Ketevan - 6 6 6 6 -

EP[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

anno Singolo Posizione più alta Album
UK IRL NLD GER FRA ITA BEL SWI NOR
2003 The Closest Thing to Crazy 10 8 11 9 15
Call off the Search
2004 Call off the Search 19 27
Crawling up a Hill 46 34 38
2005 Nine Million Bicycles 5 8 2 3 16 13 4 23 10
Piece by Piece
I Cried for You / Just Like Heaven 35 6 12 50
2006 Spider's Web 52 24 30 27 66 34
It's Only Pain 41 19 30 15
Shy Boy 29
2007 If You Were a Sailboat 23 10 10 12 13 2 5
Pictures
Mary Pickford (Used to Eat Roses) 33 19
What a Wonderful World (with Eva Cassidy) 1 74
The Katie Melua Collection
2008 If the Lights Go Out 96 22 38 46
Pictures
2010 The Flood 35 3 7 11 16 7 11 3
The House
A Happy Place 14 21 9 9
To Kill You With A Kiss / I'd Love To Kill You[15] 19 22 19
2011 Gold in them Hills
Secret Symphony
2012 The Bit That I Don't Get
Better Than a Dream 73
Moonshine 94
The Walls of the World 128
Forgetting All My Troubles
2013 I Will Be There 99 73
Ketevan
The Love I'm Frightened of

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Singer Melua made British citizen in news.bbc.co.uk, 11 agosto 2005.
  2. ^ (EN) Nine Million Botanists in bbc.co.uk, 4 maggio 2006.
  3. ^ (EN) Katie Melua's Delight Over Engagement in contactmusic.com, 18 gennaio 2012.
  4. ^ (EN) Katie Melua engaged to James Toseland in thisislondon.co.uk, 18 gennaio 2012.
  5. ^ (EN) What a beautiful bride! Katie Melua ties the knot with World Superbike champion James Toseland in dailymail.co.uk, 2 settembre 2012.
  6. ^ (EN) Melua's deep sea gig sets record in news.bbc.co.uk, 2 ottobre 2006.
  7. ^  (EN) iTunes Live: Berlin Festival 2008. myspace.com, 8 maggio 2008
  8. ^ (EN) What Katie did next in The Sun, aprile 2006.
  9. ^ (EN) Living Icons - Paul McCartney in bbc.co.uk, novembre 2006.
  10. ^ (DE) Longplay-Chartverfolgung, musicline.de.
  11. ^ (DE) Österreichische Album-Charts, austriancharts.at.
  12. ^ (EN) Schweizer Album-Charts, swisscharts.com.
  13. ^ (EN) UK Top 40 Hit Database, everyhit.com.
  14. ^ (EN) Albumcharts, allmusic.com.
  15. ^ (EN) To Kill You With A Kiss, amazon.co.uk, 26 novembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 47039304 LCCN: no2004063797