Milice de Volontaires de la Sécurité Nationale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
"Papa Doc" Duvalier, l'ideatore della Milizia

Milice de Volontaires de la Sécurité Nationale (MVSN), o Milizia dei Volontari della Sicurezza Nazionale, era comunemente conosciuta come Tonton Macoutes. Era allo stesso tempo una milizia e una polizia segreta di Haiti, una forza creata nel 1959 alle strette dipendenze di François 'Papa Doc' Duvalier.

I Volontari della Sicurezza Nazionale erano comandati dal braccio destro di Duvalier: Luckner Cambronne, morto il 20 settembre 2006 a Miami, all'età di 77 anni.[1] Dopo la caduta di Duvalier nel 1986 la MVSN fu sciolta. Alcuni dei suoi componenti si nascosero dietro i sommovimenti politici che caratterizzarono la travagliata storia di Haiti fino al 2000.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome Tonton Macoute (letteralmente "zio Sacco di juta") trae origine dalla mitologia creola haitiana. Era il nome di un uomo nero che percorreva le strade al calare delle tenebre, rapendo i bambini che restavano fuori casa troppo a lungo e che infilava nel suo sacco di juta, non lasciando più che di essi si sapesse nulla. Quanti parlavano contro Duvalier, infatti, sparivano di notte e di essi non si trovava più alcuna traccia. Chiunque parlava della Milizia dei Volontari della Sicurezza Nazionale rischiava di essere rapito e da tutto ciò derivò il nomignolo di Tonton Macoutes.

François Duvalier[modifica | modifica sorgente]

François Duvalier (meglio noto come "Papa Doc") giunse al potere nel 1957, come leader democraticamente eletto e proponente una piattaforma politica populista. Aveva precedentemente ricoperto le funzioni di ministro della Sanità (da qui il suo soprannome) e aveva condotto una battaglia contro una malattia particolarmente diffusa tra gli haitiani: la framboesia. Approfittando di un fallito tentativo di colpo di Stato contro di lui nel 1958, Duvalier riscrisse la Costituzione haitiana, facendo di sé stesso il Presidente a vita.

Spinto forse dalla convinzione che l'esercito stesse complottando ai suoi danni (come era già successo agli altri leader prima di lui) decretò la fine dello Stato di diritto ad Haiti, chiudendo ogni istituzione potenzialmente pericolosa per il suo potere. Così accadde alle forze armate che, semplicemente, abolì. Condannò a morte tutti i generali delle forze armate e per proteggere sé stesso e la propria famiglia, nel 1959 creò una milizia privata incaricata della sicurezza: i Tonton Macoutes, cui fu garantita totale immunità per tutti i crimini che avesse commesso.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Luckner Cambronne", Obituary, Miami Herald

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]