Metandrostenolone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metandrostenolone
Metandienone.svg
Nome IUPAC
(8S,9S,10S,13S,14S,17S)-17-idrossi-10,
13,17-trimetil-7,8,9,11,12,14,15,16-
ottaidro-6H-ciclopenta[a]fenantren-3-one
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C20H28O2
Massa molecolare (u) 300,441 g/mol
Numero CAS [72-63-9]
Codice ATC A14AA03
PubChem 6300
Dati farmacocinetici
Metabolismo epatico
Emivita 4.5-6 ore
Escrezione renale
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

Generalità[modifica | modifica sorgente]

Il metandrostenolone è uno steroide anabolizzante orale tra i più conosciuti. Si tratta di un ormone derivante dal testosterone (in alcuni Paesi è conosciuto anche come metandienone). La sua prima sintesi in laboratorio venne effettuata negli U.S.A. nel 1956 dal dottor Ziegler, in risposta ai farmaci sintetizzati nel blocco sovietico. È stato l'anabolizzante più diffuso negli ambienti sportivi fino alla seconda meta' degli anni '80, quando è stato sostituito progressivamente dal Deca-Durabolin (Nandrolone).

In campo medico[modifica | modifica sorgente]

È stato utilizzato negli anni '60-'70 come cura per la disfunzione erettile e l'osteoporosi, ma è stato successivamente abbandonato in favore di farmaci, pur sempre steoidei, più efficaci e con effetti collaterali più controllabili.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 05.11.2012
  2. ^ Incidence of the nonmedical use of anabolic [NIDA Res Monogr. 1990] - PubMed - NCBI