Merzak Allouache

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Merzak Allouache (Algeri, 6 ottobre 1944) è un regista e sceneggiatore algerino.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Allouache inizia ventenne la sua formazione all’Istituto nazionale del cinema di Algeri. Seguirà poi altri percorsi formativi specifici a Parigi (all’Idhec e alla Ortf). Lavora su diversi set, realizza documentari, produce trasmissioni umoristiche per la tivù algerina. Nel 1976 passa al lungometraggio: Omar Gatlato, una commedia “all'algerina”. Seguono Bab El-Oued City, più drammatico, presentato nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 1994;[1] quindi su un tono più leggero Salut cousin! (1996), presentato di nuovo al Festival di Cannes, stavolta nella Quinzaine des Réalisateurs;[2] e ancora un dramma, nell’Algeria degli anni del terrore: L'autre monde (2001). Chouchou (2003) e Bab el web (2005) confermano la vena di Allouache per la commedia prima di Tamanrasset, premio Signis al Prix Italia di Cagliari,.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Official Selection 1994, festival-cannes.fr. URL consultato il 30 giugno 2011.
  2. ^ (FR) Quinzaine 1996, quinzaine-realisateurs.com. URL consultato il 2 luglio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Centro Missionario Diocesano, Nigrizia multimedia, Progettomondo mlal, Lvia, Catalogo del " XXVIII Festival di Cinema Africano di Verona ", pagina 15

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 73951322