Merino (pecora)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
pecore che danno lana

La merino, o merinos, è una razza di pecora apprezzata soprattutto per il suo vello, da cui si ottiene una lana molto fine e pregiata.

Origine e storia[modifica | modifica wikitesto]

La sua origine è incerta. Conosciuta probabilmente in Medioriente già in età antica, sarebbe passata nella Penisola Iberica attraverso il Marocco nell'Alto Medioevo. Di certo, la merino moderna deriva da una razza allevata in Spagna nel XII secolo. La stessa Spagna, per legge, ne ha mantenuto l'esclusiva fino al XVII secolo.

Il primo paese a cui la Spagna concesse la pecora merino, all'inizio del XVIII secolo, fu la Francia, pare in seguito ad una donazione tra i rispettivi sovrani.

La produzione industriale di tessuti di lana merino per abiti ha avuto un forte impulso nel secondo dopoguerra. Tra i principali motivi, l'esigenza del clero che, evidentemente, deve indossare determinati abiti in tutte le stagioni, anche d'estate. In Australia la pecora merino fu introdotta all'inizio del XIX secolo e trovò un ambiente particolarmente adatto grazie al clima favorevole ed alla disponibilità di pascoli.

Caratteri produttivi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni esemplare può arrivare a produrre fino a 10 kg di lana molto pregiata

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Si stima che quasi la metà della produzione mondiale di lana merino provenga dall'Australia.

La Nuova Zelanda è il paese con il maggior numero di pecore merino in rapporto alla popolazione: ce ne sono settanta milioni, a fronte di tre milioni e mezzo di abitanti.

Oggi è presente in svariate parti del mondo e si stima che quasi la metà delle pecore esistenti appartengano alla razza merino.

Sottorazze[modifica | modifica wikitesto]

Ne esistono molte sottorazze. Una sottorazza di merino allevata in Australia, la merino poll, è priva di corna.

La lana merino[modifica | modifica wikitesto]

La lana merino è la fibra che si ottiene dalla pecora merino.

Questo tipo di lana è particolarmente ricercata per via della sua finezza, dipendente dal fatto che il pelo di una pecora merino è più sottile del pelo di una pecora comune. Generalmente, un pelo con un diametro di 20 micron o inferiore proviene da una pecora merino.

Questa sua particolare caratteristica, sommata alle altre qualità della lana comune, ne fanno una fibra molto pregiata, ideale per determinate confezioni di abbigliamento, soprattutto abiti maschili. Un abito di lana merino infatti risulta resistente all'usura ed alla piega come un abito di lana comune, ma a differenza di questo, essendo più leggero, può essere indossato anche nelle stagioni più calde.

Il tessuto detto familiarmente fresco lana o anche "lana quattro-stagioni" è generalmente realizzato con la lana merino.

La lana australiana viene assemblata in balle e venduta in tradizionali aste pubbliche, a cui partecipano compratori da tutto il mondo. Le balle migliori, ossia con la lana più fine, vengono tradizionalmente acquistate da lanifici italiani

Il termine "tasmania"[modifica | modifica wikitesto]

In tempi recenti, in Italia, si è diffuso il termine tasmania per indicare genericamente un tessuto pettinato di lana leggera. Ciò è dovuto ad uno specifico prodotto, realizzato con lana merino da una fabbrica italiana, che negli anni ha riscosso un notevole successo commerciale. Il nome fu scelto per evidenziare che questa lana proveniva da allevamenti della Tasmania.

L'uso del termine "tasmania" sarebbe quindi improprio. Il termine corretto per indicare questo tipo di lana, quale che ne sia la provenienza o la marca, rimane "merino".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]