Melanochromis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Melanochromis
Melanochromis auratus (male).jpg
Maschio di Melanochromis auratus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Cichlidae
Sottofamiglia Pseudocrenilabrinae
Genere Melanochromis
Trewavas, 1935

Il genere Melanochromis Trewavas, 1935 comprende 15 specie di pesci d'acqua dolce appartenenti alla famiglia Cichlidae, sottofamiglia Pseudocrenilabrinae.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome scientifico deriva dalle parole greche melanos - nero e chromis, che significa pesce (riferendosi probabilmente alle perche).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Sono ciclidi africani, endemici del Lago Malawi[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presentano un corpo abbastanza allungato, non particolarmente compresso sui lati, quasi cilindrico. La colorazione è molto variabile ma spesso presentano striature orizzontali. La specie di maggiori dimensioni è Melanochromis robustus che raggiunge i 12,4 cm[1].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

In questo genere sono riconosciute 15 specie[1]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c 15 Species of Family Cichlidae with Genus Melanochromis (Cichlids) in FishBase. URL consultato il 30 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci