Megaerops ecaudatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrello della frutta senza coda di Temminck
Immagine di Megaerops ecaudatus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Megaerops
Specie M.ecaudatus
Nomenclatura binomiale
M.ecaudatus
Temminck, 1837

Il Pipistrello della frutta senza coda di Temminck (Megaerops ecaudatus Temminck, 1837) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, diffuso in Thailandia, Penisola Malese, Sumatra e Borneo[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni con lunghezza dell'avambraccio tra 52 e 63,6 mm, la lunghezza della testa e del corpo tra 66 e 83 mm e un peso fino a 32 g.[3]
Il colore del dorso è marrone pallido, con la base dei peli grigiastra. La nuca è grigiastra, mentre la testa è leggermente più scura. Le parti ventrali sono grigiaste con dei riflessi di grigio-argentati. I metacarpi e le falangi sono marroni, come le membrane alari.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Vive solitariamente nella densa vegetazione.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre principalmente di frutti di specie native di Ficus.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La stagione riproduttiva è ampia e si protrae dai primi mesi dell'anno fino a giugno. La metà delle femmine gravide sono state registrate a febbraio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nella Penisola Malese, Sumatra e Borneo. Probabilmente è presente anche nell'India nord-orientale e nella parte occidentale della provincia cinese dello Yunnan.

Vive in diversi tipi di habitat, dalle foreste di sempreverdi alle foreste secondarie.[1]

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto Areale e nonostante non sia localmente comune, classifica M.ecaudatus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Bates, P., Bumrungsri, S., Suyanto, A. & Francis, C. 2008, Megaerops ecaudatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Megaerops ecaudatus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Andersen, 1912, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi