Mammuthus trogontherii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mammut delle steppe
Mammuthus trogontherii122DB.jpg
Ricostruzione di Mammut delle steppe
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Proboscidea
Famiglia Elephantidae
Genere Mammuthus
Specie M. trogontherii
Nomenclatura binomiale
Mammuthus trogontherii
Pohlig, 1888

Il mammut delle steppe (Mammuthus trogontherii Pohlig, 1888) è una specie estinta di elefante, diffuso in gran parte del nord dell'Eurasia durante il Pleistocene medio, ovvero tra i 600.000 - 370.000 anni fa.

Evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Circa 700.000 anni fa, il clima del pianeta peggiorò sensibilmente e le pianure e le savane di Europa, Asia e Nordamerica nelle quali viveva il Mammuthus meridionalis, divennero gradualmente steppe freddissime. All'inizio del Pleistocene, probabilmente in Siberia, comparve il mammut delle steppe, una specie meglio adattata al clima più freddo evolutasi dal mammuthus meridionalis che poi si estinse. Durante il Pleistocene medio il mammut delle steppe aveva ormai completamente sostituito il mammuthus meridionalis occupando gran parte del suo areale nel quale un tempo viveva.
Circa 300.000 anni fa, dal mammut delle steppe ebbe origine il mammut lanoso, Mammuthus primigenius, specie eccezionalmente adatta a fronteggiare il freddo estremo dell'Era Glaciale e che rimpiazzò completamente il suo progenitore.

Morfologia[modifica | modifica sorgente]

Ricostruzione in dimensioni reali di un mammut delle steppe

Il mammut delle steppe poteva raggiungere un'altezza al garrese di 4,70 m: si tratta di una delle più grandi specie di proboscidati mai vissute sulla Terra. I maschi possedevano lunghe zanne ricurve a spirale lunghe quasi 5 metri, mentre quelle delle femmine erano meno massicce e solo leggermente curvate.

Ritrovamenti fossili[modifica | modifica sorgente]

Sono state ritrovate diverse zanne fossili, ma gli scheletri completi di questa specie sono rari. Lo scheletro più integro mai rinvenuto è stato rinvenuto nel 1996 a Kikinda, in Serbia. Si tratta di un esemplare femmina alto 4,7 m al garrese, con delle zanne lunghe 3,5 m; secondo le stime degli studiosi l'animale da vivo deve aver raggiunto un peso di 7 tonnellate. Per questo motivo si suppone che i maschi che vivevano nella stessa area geografica potrebbero aver raggiunto dimensioni ancora maggiori. Un altro scheletro di mammut delle steppe è stato scoperto nei pressi di Norfolk, nel Regno Unito; conserva la mascella e le zanne ma è privo della parte superiore del cranio. Ad Auvergne, in Francia, è stato invece rinvenuto un cranio completo.[1]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Benes, Josef: Prehistoric Animals and Plants, Pg. 271. Prague, Artua: 1979.
  • Jordi Augusti and Mauricio Anton: Mammoths, Sabertooths and Hominids 65 Million Years of Mammalian Evolution in Europe, Columbia University Press, 2002. ISBN 0-231-11640-3
  • Lister, Adrian und Bahn, Paul: Mammuts - Riesen der Eiszeit, Thorbecke Verlag, Sigmaringen 1997. ISBN 3-7995-9050-1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (BBC News), " 'Rare' mammoth skull discovered". 2 September 2008

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi