Luigi d'Assia-Philippsthal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi d'Assia-Philippsthal
Luigi d'Assia-Philippsthal in una stampa d'epoca
Luigi d'Assia-Philippsthal in una stampa d'epoca
Langravio d'Assia-Philippsthal
In carica 1813 –
1816
Predecessore Guglielmo
Successore Ernesto Costantino
Nascita Philippsthal, 8 ottobre 1766
Morte Philippsthal, 15 febbraio 1816
Padre Guglielmo d'Assia-Philippsthal
Madre Ulrica Eleonora d'Assia-Philippsthal-Barchfeld
Consorte Maria Francesca Berghe di Trips
Religione calvinismo

Luigi d'Assia-Philippsthal (anche Ludovico, nome in tedesco: Ludwig von Hessen-Philippsthal) (8 ottobre 1776Napoli, 15 febbraio 1816) è stato un generale tedesco, combatté per il regno di Regno di Napoli (poi Regno delle Due Sicilie).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Principe appartenente alla famiglia dei langravi di Assia-Philippsthal militò nell'esercito del Regno di Napoli durante le guerre napoleoniche. Ebbe inizialmente il comando della fortezza di Gaeta durante l'assedio del 1806; anche se il governo napoletano aveva ceduto la piazzaforte ai francesi egli rifiutò di consegnarla e resistette ad un assedio iniziato l'8 marzo fino al 10 luglio quando, ferito mentre incoraggiava i soldati sui bastioni, deve abbandonare la fortezza; l'assedio si concluse il 18 luglio 1806 con la capitolazione della guarnigione.[1] Successivamente comandò, coadiuvato dal colonnello Nunziante e dal tenente colon­nello Bardot, la spedizione di 4.000 uomini che, nel 1807, partita dalla Sicilia tentò la riconquista della parte continentale del regno venendo però sconfitta nella battaglia di Mileto del 28 maggio 1807.[2] Alla morte del fratello principe Carlo, nell'assedio di Francoforte, il 2 gennaio 1793 gli succedette in qualità di principe ereditario del langraviato di Assia-Philippsthal e dopo la sua morte senza eredi diretti (l'unico figlio era morto nel 1802 a quattro anni d'età) lascio a sua volta il titolo al fratello Ernesto Costantino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ France, dictionnaire encyclopédique, pag 560
  2. ^ I Borboni di Napoli (1734-1825), pag. 622

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Philippe Le Bas, France, dictionnaire encyclopédique, Volume VIII (Fet-God), Fratelli Firmin Didot, 1842
  • Harold Acton, I Borboni di Napoli (1734-1825), tradotto da A. P. Vacchelli, Giunti, 1997, ISBN 88-09-21079-4

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Pretendente al trono d'Assia-Philippsthal Successore
Guglielmo 1810 - 1813 Tornato sul trono
Predecessore Langravio d'Assia-Philippsthal Successore
Ultimo a ricoprire la carica
Guglielmo nel 1810
1813-1816 Ernesto Costantino