Lucio Settimio Severo Apro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lucio Settimio Severo Apro (in latino: Lucius Septimius Severus Aper; fl. 207; ... – ...) fu un senatore dell'Impero romano.

Era originario di Leptis Magna, come l'imperatore Lucio Settimio Severo; nel 207 venne nominato console, certo dietro approvazione del suo conterraneo.

Appare nella Historia Augusta con il nome modificato in Afer; fu probabilmente giustiziato nel 211-212 per volere dell'imperatore Caracalla, figlio di Settimio Severo.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Historia Augusta, Caracalla, iii.6-7; Erodiano, Historia romana, iv.6.3.
Predecessore
Marco Nummio Umbrio Primo Senecione Albino,
Lucio Fulvio Gavio Numisio Petronio Emiliano
Console romano
207
con Lucio Annio Massimo
Successore
Imperatore Cesare Marco Aurelio Severo Antonino Augusto III,
Publio Settimio Geta Cesare II