Liquore Galliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bottiglia del Liquore Galliano

Il Galliano è un liquore prodotto per la prima volta nel 1896 dalla Distilleria Arturo Vaccari di Livorno ed oggi prodotto nei Paesi Bassi dalla Lucas Bols, azienda controllata dalla ABN AMRO Capital.

Il Liquore Galliano è un'infusione idroalcolica dolcificata di diverse erbe e spezie tra cui anice, liquirizia e vaniglia. Il processo di produzione del Galliano è molto laborioso perché sono richieste sette infusioni e sei distillazioni. La fase finale è data dalla miscela di tutti gli ingredienti con i distillati aromatici e l'estratto di vaniglia. Si presenta di colore giallo con gradazione alcolica del 42.3%.

Il liquore si beve liscio o con ghiaccio e viene usato in diversi cocktail, come per esempio il Messicano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo creatore, Arturo Vaccari, titolare della distilleria, volendo ricordare, in occasione della morte, le eroiche gesta del capitano Giuseppe Galliano in Etiopia[1][2], diede alla sua creazione il nome del militare.

Pubblicità del 1901 della Distilleria Arturo Vaccari

Nel 1989 il liquore viene acquisito dalla società francese Rémy Cointreau e nel marzo 2006 rivenduto al fondo di investimenti europeo ABN AMRO Capital.

Particolarità[modifica | modifica wikitesto]

È venduto nelle caratteristiche altissime bottiglie di forma piramidale che ricordano una mazza da baseball ed è stato citato dagli scrittori: Emilio Salgari nel racconto “Lo Schiavo della Somalia” e da John Fante in "Full of Life".

Il Liquore Galliano è anche stato posto in commercio in bottiglie da collezione a forma di di Carabiniere in alta uniforme, con feluca e pennacchio posto quale tappo di chiusura e in bottiglie mignon, sempre da collezione dette Gallianino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Galliano" su Historia n° 386 aprile 1990, pag 33
  2. ^ Il liquore fatto con trenta erbe dedicato a un eroe d' Abissinia - Corriere della Sera 30 gennaio 1997

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]