Linda (eroina)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Linda
Nome orig. Linda (Linda)
Lingua orig. Estone
Autore Friedrich Reinhold Kreutzwald
1ª app. in Kalevipoeg
Ultima app. in Kalevipoeg
Specie ugro-finnica
Sesso Femmina
Etnia Estonia estone

Linda è un personaggio fittizio del poema epico Kalevipoeg, della mitologia ugro-finnica, di Friedrich Reinhold Kreutzwald

Per gli estoni è un personaggio della mitologia finnica, figlia di una vedova del paese di Lääne, sposa di Kalev e madre di Kalevipoeg.

Linda nacque da un uovo che la madre aveva trovato al pascolo assieme a un pulcino e un corvo, la mattina in cui ella nacque dall'uovo, il pulcino si trasformò in sua sorella Salme, mentre il corvo diventò una piccola serva per aiutare in casa. Quando Linda crebbe ebbe diversi spasimanti tra cui il figlio della Luna, ma li rifiutò tutti, fino all'arrivo di Kalev di cui si innamorò e diventò sposa.

Linda mise alla luce diversi figli, che dal padre impararono ad essere coraggiosi, ma come era tradizione l'intera eredità spettava ad un solo figlio. In età molto avanzata Kalev convocò la moglie per annunciarle una nuova maternità, un figlio che avrebbe ereditato tutto. Nella speranza di salvare l'ormai vecchio Kalev, una coccinella volò alla ricerca di un grande mago che potesse scongiurare la morte dell'eroe, ma dopo aver incontrato il Sole e la Luna, giunse da tre maghi che gli annunciarono l'impossibilità di salvare Kalev.

Linda pianse il marito per sette giorni, poi lo seppellì in una fossa profonda dieci piedi, infine eresse un tumulo sulla cui sommità intendeva trasportare faticosamente un grande blocco di pietra, ma mentre saliva il tumulo la donna cadde e la pietra rimase alla base del manufatto funebre, si dice che la tomba di Kalev sia sulla collina di Toompea, a Tallinn. Il pianto inconsolabile della vedova divenne dapprima una pozza, poi uno stagno ed infine un lago che oggi è individuato nel Lago Ulemiste presso Tallinn

Poco tempo dopo Linda mise al mondo il figlio postumo di Kalev, ed in suo onore gli diede nome Kalevipoeg ovvero "Figlio di Kalev", che crebbe rapidamente e diventò l'immagine del padre, diventando la consolazione della madre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]