Les Apaches

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Les Apaches è un cenacolo di musicisti, scrittori ed artisti francesi, formatosi intorno al 1900.

I membri[modifica | modifica sorgente]

Tra i membri del gruppo c'erano:

Il nome fu scelto dal gruppo quando inavvertitamente urtò un venditore di quotidiani, che esclamò Attention les apaches! (Attenzione, passano gli apaches!). Essi subito adottarono il nome, con il significato di "teppisti". Il loro membro più rappresentativo, Ravel, propose di adottare la prima melodia della seconda sinfonia di Aleksandr Borodin come tema simbolico del gruppo, idea condivisa da tutti. Il gruppo si incontrava ogni sabato, all'inizio a casa di Paul Sordes, in rue Dulong a Montmartre, o in quella di Tristan Klingsor in avenue du Parc-Montsouris, in seguito nello studio di Maurice Delage, in rue de Civry presso Auteil[1]. Ravel in seguito dedicò ciascuno dei cinque movimenti di Miroirs a diversi componenti di questo gruppo. Les Apaches si riunirono regolarmente fino al 1914 quando gli eventi bellici della Prima guerra mondiale terminò questa consuetudine.

Le idee[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo sorse attorno alla venerazione per il Pelleas et Melisande di Debussy che nel 1902 aveva creato tanto scandalo; questo e l'idea che anche la musica popolare potesse essere ispirazione per l'arte li aveva indotto a riunirsi. Da qui anche il nome del gruppo che rifletteva la tendenza a scelte aperte e libere, quasi selvagge, così come lo erano ai loro occhi la tribù nord-americana degli Apache e i delinquenti di strada parigini chiamati allo stesso modo[2].

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ maurice-ravel.net
  2. ^ musicacademyonline.com
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica