Konventionstaler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Friedrich von Seinsheim (Würzburg)
Konventionsthaler 70257.jpg
Busto volto a destra Stemma del Principe-Vescovo di Würzburg e Bamberga sopra spada e pastorale
AR 1764
Enrico XXIV (Principato di Reuss-Ebersdorf).
Konventionsthaler 70217.jpg
Busto volto a destra Stemma ducale
1766

Il Konventionstaler fu un tallero, una moneta di ampio modulo, coniata nel Sacro Romano Impero. Aveva un contenuto in argento pari ad 1/10 del marco di Colonia (~23.39 grammi).

Corrispondeva esattamente a due Gulden (fiorini). Questa parità non si applicava al fiorino delle Germania meridionale dove il Konventionstaler valeva due Gulden e 12 Kreuzer. L'adeguamento del Gulden al nuovo piede monetario fu applicato nelle Germania meridionale verso il 1760.

Fu introdotta per la prima volta in Austria il 7 novembre 1750 in sostituzione del Reichstaler.

Con il Konventionsfuß, l'accordo monetario del 20 settembre 1753, fu introdotto anche nel Bayerischer Reichskreis, il Circolo Bavarese, un insieme di territori e stati della Germania meridionale che ruotava intorno alla Baviera. In seguito si diffuse in altri paesi della Germania meridionale ed anche in Sassonia. In questo stato furono coniati gli ultimi Konventionstaler tedeschi. In Austria la loro emissione continuò fino al 1856.

Il Konventionstaler in Sassonia valeva 32 Groschen e quindi 4/3 del Reichstaler.