Kinga di Polonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Kinga di Polonia
Santa Kinga di Polonia
Santa Kinga di Polonia

Religiosa

Nascita 1224
Morte 1292
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione 1690
Canonizzazione 1999
Ricorrenza 24 luglio

Santa Kinga di Polonia, anche conosciuta come Cunegonda, Cunegunda, Kunegunda, Cunegundes, Kioga, Zinga, in polacco Święta Kinga (122424 luglio 1292), fu regina di Polonia; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica e riconosciuta come patrona della Polonia e della Lituania.

Era la figlia di re Béla IV d'Ungheria, nipote di Elisabetta d'Ungheria e pronipote di santa Edvige. Le sorelle di Kinga erano santa Margherita d'Ungheria e Jolanda di Polonia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, sebbene riluttante, Boleslao V il Casto, e divenne regina quando il marito ascese al trono come Re di Polonia. Nonostante il matrimonio, la coppia fece il voto di castità. Durante il suo regno, Kinga si interessò di opere caritatevoli, come la visita dei poveri e l'aiuto ai lebbrosi. Quando il marito morì nel 1279, vendette tutti i suoi possedimenti e diede il ricavato ai poveri. Non volle in alcun modo continuare a governare la Polonia, e pertanto decise di andare a vivere in un monastero di Clarisse a Sandeck. Trascorse tutto il resto della sua vita in preghiera contemplativa e non permise a nessuno di riferire del suo ruolo come ex regina di Polonia. Morì il 24 luglio 1292.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Papa Alessandro VIII beatificò Cunegonda nel 1690. Nel 1695 divenne la patrona principale della Polonia e della Lituania. Il 16 giugno 1999 è stata canonizzata da papa Giovanni Paolo II.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27933383 LCCN: n83046814

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie