Boleslao V di Polonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boleslao V
Boleslao V, opera di Jan Matejko
Boleslao V, opera di Jan Matejko
Granduca di Polonia
In carica 1243 - 1279
Predecessore Corrado I
Successore Enrico I
Nascita 21 giugno 1226
Morte 7 dicembre 1279
Dinastia Piast
Padre Leszek I
Coniuge Cunegonda

Boleslao V detto Casto o il Timido (in polacco: Bolesław Wstydliwy; 21 giugno 12267 dicembre 1279) fu un sovrano della Polonia, nel periodo dal 1243 al 1279.

Boleslao era il figlio di Leszek I di Polonia. Diversi anni dopo la morte di Enrico II alla battaglia di Legnica (1241), divenne principe a Cracovia, e di conseguenza il principe più importante e influente nella Polonia frammentata.

Sposò Cunegonda (Kinga), figlia del re d'Ungheria Béla IV. Secondo le cronache medievali, il matrimonio non fu mai consumato. Kinga, essendo estremamente devota, era avversa a onorare gli obblighi matrimoniali. Dapprima Boleslao tentò di farle cambiare idea, ma vista la sua ferrea morale, fu obbligato a rinunciare e ad accettare la situazione; inoltre le sue convinzioni religiose gli impedivano di cercarsi un'amante. Da qui è nato l'epiteto "il Casto" o "il Timido".

Durante il suo regno, la città di Cracovia, che era stata distrutta nel 1241 dai Tartari, fu ricostruita e abitata da immigranti tedeschi. La nuova città fu costruita a partire dal 1257 seguendo una rigorosa griglia. Durante il suo regno vi fu un'altra invasione dei Tartari contro la Polonia (1259), e Sandomierz, Cracovia e altre città furono invase dalle forze comandate da Nogai Khan.

Predecessore Granduca di Polonia Successore POL Przemysł II 1295 COA.svg
Corrado I 1243-1279 Leszek II

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 189298706