Jean-Eugène-Charles Alberti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Procolo impedisce il suicidio di Cleopatra (1810)

Jean-Eugène-Charles Alberti, o Joannes Echarius Carolus Alberti (Maastricht, giugno 17771850 circa), è stato un pittore olandese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un avvocato italiano e di una olandese, non si conosce l’esatta data della sua nascita – fu battezzato il 20 giugno del 1777 – né quella della morte, che forse avvenne verso il 1850.

Trasferita la famiglia ad Amsterdam nel 1782, vi fece i suoi studi artistici, ottenendo nel 1806 una medaglia d’oro. L’anno successivo ottenne una borsa di studi per l’ammissione all’École des Beaux-Arts di Parigi, ed egli passò successivamente nell’atelier di David. Inviò diverse tele dipinte in questo periodo ad Amsterdam, che sono conservate nel Rijksmuseum, tra le quali il Guerriero con scudo e lancia e il Guerriero con spada, entrambe del 1808.

Alla fine del 1809 era a Roma, dove proseguì la sua attività pittorica e copiò quadri degli antichi maestri. Il Procolo impedisce il suicidio di Cleopatra è un suo dipinto del 1810, conservato nel Toneelmuseum di Amsterdam. Ritornò a Parigi, realizzando alcune incisioni e pubblicando un Corso completo teorico e pratico dell’arte del disegno.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • All the paintings of the Rijksmuseum in Amsterdam, A completely illustrated catalogue, Amsterdam 1976
  • P. A. Scheen, Lexicon Nederlandse Beeldende Kunstenaars, 1750-1880, s'-Gravenhage 1981
  • S. van Holte Tot Echten, L'Envoi de jeunes artistes néerlandais à Paris pendant le régne de Louis Napoléon Bonaparte, in «Gazette des Beaux-arts», febbraio 1984

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 96341624