Jaimee Foxworth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jaimee Monae Foxworth

Jaimee Monae Foxworth (Belleville, 17 dicembre 1979) è un'attrice e attrice pornografica statunitense. È nota principalmente per aver interpretato il ruolo di Judy Winslow in settanta episodi della serie televisiva Otto sotto un tetto. Con lo pseudonimo Crave ha interpretato dal 2000 al 2002 sei film pornografici.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diplomata alla Burbank High School nel 1998,[1] la Foxworth debuttò come attrice nel 1986, all'età di sette anni, interpretando un episodio della serie televisiva Amen. Dal 1989 al 1993 fu nel cast della serie Otto sotto un tetto, interpretando per settanta episodi il ruolo di Judy Winslow. Per la sua interpretazione ricevette nel 1991 una nomination agli Young Artist Awards, quale miglior attrice giovane,[2] e nel 2008 ottenne una seconda nomination, ai TV Land Award.[2] In seguito la Foxworth fondò un gruppo musicale insieme alle sue sorelle, le S.H.E..[1]

A causa dell'insistenza della madre della giovane attrice, che chiedeva per l'impiego della figlia minorenne una retribuzione più alta e una maggiore visibilità all'interno della serie, il personaggio di Judy Winslow venne soppresso a partire dalla quarta stagione. A seguito di questo l'attrice iniziò ad avere problemi di depressione, droga e abuso di alcol[3]. La Foxworth iniziò quindi una breve carriera nel cinema pornografico.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • Amen (serie TV, 1 episodio) (1986)
  • TV 101 (serie TV, 1 episodio) (1988)
  • Otto sotto un tetto (Family Matters) (serie TV, 70 episodi) (1989-1993)
  • Booty Talk 20: Super Fine Sistas! (2000)
  • More Black Dirty Debutantes 30 (2000)
  • Hot Girlz (2001)
  • Adventures of Peeping Tom No. 28 (2001)
  • My Baby Got Back 29 (2002)
  • More Black Dirty Debutantes 32 (2002)

Colonne sonore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Biography for Jamiee Foxworth. URL consultato il 9 aprile 2009.
  2. ^ a b Awards for Jamiee Foxworth. URL consultato il 9 aprile 2009.
  3. ^ Jamiee Foxworth. URL consultato il 9 aprile 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]