Jūzō Itami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jûzô Itami (伊丹 十三 (Itami Jūzō?); 15 maggio 193320 dicembre 1997) nato Yoshihiro Ikeuchi (池内 義弘 Ikeuchi Yoshihiro?), è stato un attore e regista giapponese. I dieci film da lui diretti, tutti scritti di suo pugno, sono satire comiche.

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Jûzô debuttò come regista all'età di 50 anni con il film Il funerale, del 1984; il film fu accolto con enorme favore dal pubblico giapponese e ricevette numerosi premi e riconoscimenti. Fu tuttavia il secondo film, Tampopo, una sorta di spaghetti western, quello che lo portò al successo internazionale.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Jûzô si suicidò a Tokyo il 20 dicembre 1997, gettandosi dal tetto del palazzo in cui era situato il suo ufficio, in seguito a uno scandalo di carattere sessuale. In una lettera lasciò scritto che era totalmente estraneo agli eventi ascrittigli. Tuttavia la sua morte ha suscitato alcune perplessità e il giornalista Jake Adelstein ritiene che egli non si sia suicidato, ma sia stato ucciso dalla malavita giapponese.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Therumpus.net